Archivi categoria: i preferiti del mese

Preferiti settembre 2016

I preferiti! Per due mesi di fila! Yeeehhhh.

  • Sembrava una felicità di Jenny Offill e Il segreto di Lady Audley di Mary Elizabeth Braddon
  • Passare pomeriggi e sere a leggere senza interruzione
  • Il vostro hotel a Lanzarote, così chic
  • Lanzarote (sì perché la vacanza è finita ai primi di settembre). Eventuali interessati alle tue vacanze trovano qualche dettaglio qui: https://liseinviaggio.wordpress.com/2016/09/08/impressioni-a-caldo-lanzarote-e-fuerteventura/
  • I pranzetti con le amiche ora che lavori nella sede in centro
  • La sede in centro
  • L’abbronzatura
  • Lo smalto n. 440 Cherie Macaron di L’Oreal Paris (ma anche il 220 Dimanche Apres Midi, che ti è durato un’eternità)
  • L’illuminante Mary-Lou Manizer
  • I video di Giorgia April (https://www.youtube.com/user/giorgiapril), che probabilmente tra poco ti denuncerà per stalkeraggio

Quali sono invece i preferiti dei lettori?

3 commenti

Archiviato in falegnameria cerebrale, i preferiti del mese

Preferiti agosto 2016

No, veramente, torni a scrivere i preferiti? Sì, per stavolta, poi si vedrà.

  • Lanzarote e Fuerteventura, ma Lanzarote di più
  • I romanzi di Manzini con protagonista Rocco Schiavone
  • La mostra di Escher a Palazzo Reale
  • La mostra di Isgrò a Palazzo Reale (bellissima, ti sei divertita un sacco)
  • Il rossetto 05 di Deborah della nuova linea Formula Pura senza parabeni, siliconi, oli minerali
  • I sandalini Merrell, bruttarelli, ma ultracomodi
  • La nuova sede di lavoro
  • Il bikemi
  • Il blog di Green Kitchen: http://www.greenkitchenstories.com/
  • Il ristorante Mantra Raw Vegan con Meg

Magari sarebbe carino riprendere la buona abitudine da parte dei lettori di mettere i loro preferiti nei commenti.

11 commenti

Archiviato in falegnameria cerebrale, i preferiti del mese

Preferiti febbraio 2016

Non ce lo si aspettava proprio, ma sembra che i preferiti siano rimasti l’unica certezza su questi schermi. Quindi, in mancanza di meglio, eccoli qui.

  • Genova. Non ci eri mai stata e ti è sembrata bellissima, ha superato di molto le aspettative.
  • La focaccia.
  • “L’estate del cane bambino” di Tofanello/Pistacchio e “Il grande animale” di Di Fronzo. La letteratura italiana non è morta.
  • La mostra fotografica “War is over” alla Forma, insieme a Stear, per sfruttare un suo biglietto giornaliero del tram.
  • Trovare “I pescatori”, finalista al Man Booker Prize, appena pubblicato nella sezione “nuovi al 40%” del Libraccio.
  • Una serata carbonara a parlare di libri.
  • L’ombretto in crema “Bakery” di Nabla.
  • Il blush in crema 04 della collezione Romantic Rebel (o era Rebel Romantic?) di Kiko. Non riesci più a usare nessun altro blush.
  • “Pasta madre” di Riccardo Astolfi. Hai già fatto due ricette, che per i tuoi canoni sono un sacco.
  • La torta di carote, fatta da te, con mille varianti di ricette diverse.

Lascia un commento

Archiviato in i preferiti del mese

Preferiti gennaio 2016

Sì, è un po’ che non ti fai viva su questo canale. I malpensanti avranno ipotizzato la trasformazione dei tuoi rapporti col Cucciolo in qualcosa di torbido e impossibile da raccontare. Quelli dotati di meno fantasia avranno pensato a troppo lavoro.

In realtà nessuna delle due cose.

Tu e il Cucciolo siete buoni amichetti, può capitare che non vi sentiate per 10 giorni, poi lui ti scrive, a volte prendete un caffè, a volte ti porta dei cioccolatini, tu gli presti un libro, cose così. Quando vi scrivete ti diverti molto, quando non vi scrive non ti manca, è tutto perfetto. Esattamente come speravi.

Lavoro allora? Mah, nemmeno tanto. Hai avuto un inizio d’anno al cardiopalma, con l’evento del secolo a metà mese, ma da allora è tutto più o meno tranquillo. Fai le tue cose con calma e ad orari umani.

Allora non scrivi più perché? Mah, forse perché non hai più niente da raccontare? Ma i preferiti allora? I preferiti eccoli.

  • Barcellona, che non vedevi da tanti anni eppure ti è sembrata una versione migliorata di se stessa: più pulita, più ordinata e sempre bellissima. Casa Batllò la parte migliore della visita.
  • Fontanellato, una specie di piccolo gioiello non più grande di un pugno e di una perfezione da non credere.
  • “Benedizione” di Kent Haruf, che quando uno legge le quarte di copertina, la trama o che, pensa che sia tutto un bluff e poi comincia a leggerlo e viene risucchiato da un vortice dal quale non vorrebbe più uscire, anche se non è esattamente quel tipo di romanzi in cui accadono un mucchio di cose e si va avanti a leggere per vedere come va a finire.
  • “Di farina in farina” di Marianna Franchi, il libro che ti ha fatto tornare la voglia di cucinare, tenere il forno sempre acceso, preparare dolci da colazione come se non ci fosse un domani. Qualcuno sta avendo un deja vu?
  • Lo smalto “Porchester Square” di Nails Inc.
  • Sforzarti di cambiare rossetto tutti i giorni.
  • La mostra di Adolfo Wildt alla GAM. Dovrebbe esserci ancora fino al 24 febbraio, chi può non se la perda, è una delle cose più emozionanti che tu abbia mai visto.
  • La tua gonna traforata a corolla, per la quale tutti ti fanno i complimenti.
  • Un sabato pomeriggio a casa da sola sul divano a leggere in compagnia della tisana cioccolato e arancia di Melissa
  • Il resto del pomeriggio con gli amichetti booktubers a parlare di libri.

2 commenti

Archiviato in i preferiti del mese

Preferiti dicembre 2015

E la sfida sarà a dimenticarsene il meno possibile.

  • Fare un giro in libreria con D. alla Verso (bellissima la Verso, ci vuoi tornare, magari non a breve, ecco)
  • Ricevere in regalo a Natale tutti i libri che desideravi
  • Aloma di Mercé Rodoreda
  • L’apertura di una succursale della Pasticceria Martesana nel tuo quartiere
  • Fare i biscotti per Natale per i tuoi colleghi (ma non per il Cucciolo)
  • Il regalo di Natale di Stear
  • Finire tutte le BB cream che avevi in giro per casa e cominciare finalmente un fondotinta decente, che la differenza l’hai vista subito
  • Il blush Gentle di MAC
  • Aix-en-Provence, carina proprio come te la ricordavi

4 commenti

Archiviato in i preferiti del mese

Preferiti ottobre 2015

Con le tempistiche che tutto sommato ti contraddistinguono, i preferiti di ottobre 2015, ottimo preludio di un novembre da incubo, come del resto fu l’anno scorso. Vorresti quasi dire “novembre è il più crudele dei mesi”, se non fosse che lo dici praticamente tutti i mesi.

  • La fine del progetto dell’inferno, anche se code pesanti si trascinano fino a metà novembre, tenendoti sveglia la notte a pensare a come risolvere i problemi, praticamente da sola, perché se va bene è come doveva andare, se va male la colpa è tua 
  • Ricominciare a fare dolci 
  • Lo smalto “merino cool” di Essie
  • Il matitone rossetto mattlipchubby di Wycon nella tonalità fragola, fatto comprare anche alla collega Manicomio 
  • Bookcity insieme agli amichetti booktubers
  • “Una donna di mondo” di W.S. Maugham, con menzione speciale per i racconti “L’impulso creativo” e “La dozzina tonda”
  • I jeans elasticizzati di Zara taglia 36, che per l’entusiasmo ne hai comprate due paia
  • I maglioncini leggeri con le applicazioni gioiello di Zara
  • Stevan Jovetic, che anche se non segna fa girare la squadra 
  • L’Inter in testa al campionato 

Come sempre, graditi i preferiti dei lettori nei commenti.

3 commenti

Archiviato in i preferiti del mese

Preferiti settembre 2015

No, ma veramente? I preferiti di settembre 2015 solo al 5 ottobre? Sicura? Sicura.

  • La mostra alle Gallerie d’Italia. Il posto è bellissimo e già da vuoto varrebbe il prezzo del biglietto (5 euro). Nella prima sala ci sono dei Manzoni e dei Fontana, che una non si aspetta, perché il tema della mostra è un altro. E poi ci sono i bassorilievi di Canova. E tutta una serie di altri quadri, alcuni belli ed altri meno, ma tu eri talmente estasiata dal palazzo che non ti dispiaceva nemmeno delle  croste.
  • Varenna, che ci sei andata un pomeriggio d’impulso, praticamente una follia ed eri così felice di affacciarti sul lago (tu! sul lago!) mentre il sole ci si specchiava dentro e piano piano si ritirava dietro le colline. Oddio, sembri Lucia Mondella.
  • Lo smalto “Cherry Pink” n. 672 della collezione “Perfect Gel Duo” di Kiko.
  • I rossetti “Intensely Lavish Lipstick” 02 e 04 della collezione “Rebel Romantic” di Kiko (sì, Kiko ha prosperato grazie a te nel mese di settembre e questo perché ti sei trattenuta).
  • Palomar di Italo Calvino, letto per il gruppo di lettura della biblioteca di quartiere. Che tu manco lo volevi leggere, perché avevi votato Middlemarch e invece l’hai chiuso con i lucciconi e ne vorresti ancora, vorresti che il Signor Palomar esistesse davvero e venisse ad abitare sul tuo pianerottolo (al posto del vicino spaventapasseri).
  • La cena con l’amichetta F. e il suo fidanzato A. alla Cascina Cuccagna a parlare delle vacanze.
  • Il vestitino nero pagato una stupidaggine su Asos e che invece ti sta benissimo, lo metti, lo lavi, lo rimetti.
  • Tutti quelli che ti hanno detto: “Oddio, ma tu sei dimagrita ancora, stai benissimo!”

5 commenti

Archiviato in i preferiti del mese