Una donna noiosa 

Succede questo. Dopo esservi scritti per tre giorni di fila, ti aspettavi un contatto da parte del Cucciolo lunedì, invece niente. Martedì nemmeno, fino a che, verso le undici, sei dovuta salire al suo piano a portare una cosa a una collega. Per la forma che ha il corridoio, lui ti ha sicuramente vista passare, mentre tu gli davi le spalle, mentre al ritorno eri impegnata in conversazione con la collega e quindi non guardavi dalla sua parte. Insomma, lui ti ha visto passare, ma tu non hai visto lui. Tempo 20 minuti, ecco che arriva la chat: “Ciao, Lise!” Com’è prevedibile, pensi rispondendogli. Invece no. Da allora non lo hai più sentito. È sicuramente sommerso di lavoro, ma almeno un saluto venerdì te lo aspettavi, sapendo che avreste avuto davanti 4 giorni senza sentirvi. Niente.

Leggi “Un uomo innamorato” di Karl Ove Knausgård, al punto in cui racconta delle prime volte in cui si incontrava con la donna che poi è diventata sua moglie. Le loro conversazioni erano stentate, farraginose, non avevano niente da dirsi. Due persone con una ricca vita interiore, ma nessuna capacità di esprimersi. Ti vedi esattamente nello stesso modo: non è che tu sia una deficiente, ma la tua totale inettitudine alla vita sociale ti fa apparire proprio così. Non hai mai niente da dire. Sei completamente inadatta ad una conversazione casuale. Il che è francamente seccante. Certo, per quelli che parlano tanto sei la compagna di caffè ideale. Ma per le persone che cercano uno scambio sei solo una noia. Non trovano niente. Si devono sobbarcare tutto l’onere del dialogo e se non azzeccano l’argomento, si trovano a conversare con l’equivalente della mucca che guarda passare il treno. 

Quando eri giovane e uscivi con Drew, ricordi che spesso gli uomini che la conoscevano la definivano interessante. Tu questo glielo invidiavi moltissimo. Nessun uomo ti ha mai definita “interessante”. Probabilmente nemmeno a Stear verrebbe in mente questo aggettivo, se dovesse descrivere il tuo carattere. Capita spesso anche con lui che passiate lunghi momenti di silenzio, ognuno immerso nei fatti suoi. Siete seduti vicini eppure a distanze siderali. È sempre stato così, a parte una breve parentesi a gennaio di quest’anno. La faccenda di per sé non vi imbarazza (altrimenti di certo non sareste arrivati fin qui), ma quando te ne rendi conto cerchi di fare almeno un gesto affettuoso, che gli faccia sapere quanto sei felice di averlo vicino. Anche se sei la donna più noiosa che lui abbia mai conosciuto e ancora non ti capaciti di come si sia incaponito a volerti sposare. 

Annunci

7 commenti

Archiviato in falegnameria cerebrale

7 risposte a “Una donna noiosa 

  1. Infatti, smettila di dire che sei noiosa!

  2. ma forse non sono noiosa qui o non lo sono stata con voi quando ci siamo viste, ma sono assolutamente incapace di fare conversazione da salotto o con qualcuno con cui non ho un terreno comune (libri, esperienze condivise, ecc.). Se mi mettete a una festa per esempio tendo a fondermi con la tappezzeria e sono assolutamente in grado di non fare conversazione con nessuno.
    😦

    • Be’ anch’io faccio fatica a fare conversazione con gente che non condivide i miei stessi interessi. Non sono un animale sociale neanch’io ma non per questo credo di essere noiosa, quindi non crederlo neanche tu.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...