“Disegnami una pecora”

Domenica sera, dopo aver litigato con la tua immagine allo specchio per tutto il fine settimana, sei stata colta da un improvviso momento di filosofia. Ti sei detta che in fondo gli esseri umani hanno bisogno di etichette per catalogare cose, persone, rapporti. Ma che tu in fondo non ne hai necessariamente bisogno. Non ti interessa dare un nome a questa relazione, che sia amicizia, corteggiamento, vorrei-ma-non-posso, eccetera. E’ quello che è, pazienza se non lo sai etichettare, l’importante è che non stai troppo a scervellarti su quello che eventualmente vorreste, ma non vi dite, ma forse no. Quello che conta è solo quello che accade. In più, riflettevi, a volte ti fai proprio dei sogni di basso profilo. Con tutto l’affetto, non vedi perché dovresti fantasticare di limonare su un treno delle Nord con un collega carino ma normale, quando allo stesso prezzo potresti fantasticare di fare sesso acrobatico con Matthew McConaughey su una spiaggia caraibica.

Del resto ormai ti è chiaro che quando ti scrive, quello che ti sta dicendo significa solo: “Intrattienimi”. E questo va benissimo anche a te.

Lo sapevi anche ieri per esempio che prima o poi ti avrebbe scritto. Come sai benissimo che invece oggi non lo sentirai. Ieri ti sei lasciata andare anche a forzare leggermente la mano, proprio perché ti senti protetta, perché sai che non si andrà mai più in là di questo. Lui è stato anche galante, ti ha fatto un sacco di complimenti qua e là, che oggi ti verrebbe voglia di stamparli e appenderli sullo specchio per i momenti bui. Intrattenerlo diverte moltissimo anche te. Per cui cerchi di smetterla con la falegnameria cerebrale, cerchi di prenderlo per quello che è: un gioco divertente in cui nessuno si farà male. Almeno speri.

Annunci

2 commenti

Archiviato in falegnameria cerebrale

2 risposte a ““Disegnami una pecora”

  1. Caroline

    Eh no, guarda che c’è molta più tensione narrativa nella fantasia n.1: treno delle Nord – collega carino – limonare. Scherzi? Di Caraibi e bellocci ne abbiamo fatto indigestione negli anni 80 ; )

    • ahahaha. questo credo dipenda dal fatto che con il collega carino la situazione sembra realizzabile e quindi crea la tensione sulla potenziale evoluzione. comunque matthew mcconaughey in true detective… mi accontenterei pure di fantasticarlo sotto un pilone della tangenziale 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...