Rimedi casalinghi 

Una volta quando eri triste facevi una torta. Ora quando sei triste cerchi di fare un giro in un posto bello. Fare una torta era più comodo, lo ammetti.

Sabato hai fatto un giro a Varenna. È stata una follia: un’ora andare, un’ora tornare, alla fine ti è rimasta solo un’ora per stare là. Ma era un’ora solo tua, in riva al lago, da sola e malinconica, con il sole in faccia e sull’acqua e una chiesetta inaspettata.

La verità, secca ammetterlo, è che non è ancora finita. Vi siete visti, lui ti scrive, tu gigioneggi e viaggi su un ottovolante emotivo dal quale, in sere come questa vorresti scendere. Pensavi, tornando a casa stasera a quanto poco tempo materiale lui occupi nella tua vita e a quanto, troppo, ne occupi nella tua mente.

Una sproporzione insensata, un equilibrio instabile, la parola Fine è già stata scritta, resta solo da vedere dove viene messa.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in falegnameria cerebrale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...