Louis, credo che questo sia l’inizio di una bella amicizia (cit.)

E così caffè fu. Ti sei resa conto che cinque minuti e un caffè cambiano completamente la prospettiva di due mesi di chat cazzare. Lui è timido. Davvero. E’ per questo che il suo collega scontroso per parlarti di qualsiasi cosa ti diceva: “Vieni su” e lui invece ti scrive i papiri. Ti ha fatto tenerezza mentre ti mostrava le foto di Praga o di Santo Domingo o ti raccontava di quando ha ricevuto l’email che gli comunicava l’assunzione.

Ed è vero che si è divertito anche lui chattando con te, ma in quei pochi minuti seduti al tavolino e ancora di più mentre prendevate l’ascensore insieme per tornare su, hai capito quanto per lui il gioco fosse in buona fede, perché non ce la può fare a fare il piacione, è solo che è così e basta. Semplice.

Tra di voi non ci saranno mai aperitivi, uscite serali, birre e men che meno acrobazie. Ti fa sorridere saperlo e non c’è nemmeno bisogno della scatola delle vite parallele. E’ proprio che così è meglio di tutto.

Venerdì vi saluterete prima delle tue vacanze e vissero tutti felici e contenti.

Annunci

2 commenti

Archiviato in falegnameria cerebrale

2 risposte a “Louis, credo che questo sia l’inizio di una bella amicizia (cit.)

  1. Cos’è la scatola delle vite parallele? Mi chiedo quanto ci sia di tuo nell’interpretare le vostre conversazioni in chat.

    • Quando mi piace qualcuno e comincio a fantasticare di averci una relazione mi invento che in una mia vita parallela questa relazione avviene. Poi quando smetto di fantasticarci su ripongo questa “vita parallela” in una scatola immaginaria. Fondamentalmente questa scatola contiene tutte le relazioni che non si sono svolte nella vita vera anche se mi sarebbe piaciuto 🙂
      Sicuramente c’è una grossa parte di interpretazione personale mia delle nostre chat, c’è anche da dire che quando un uomo passa tanto tempo a chattare con una donna, è lui che va a scriverle e dichiara addirittura di averla cercata su fb per sapere come andasse mentre lui era in ferie, qualche dubbio lo fa venire.
      Il caffè comunque ha rimesso le cose in prospettiva, non c’era davvero nessuna malizia da parte sua, mi sa proprio che gli sto simpatica e basta.
      Tuttavia anche questi post sono non a caso taggati falegnameria cerebrale: mi piace ingigantire i miei segoni mentali, quindi non andrebbero presi troppo alla lettera. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...