La lontananza

Oggi era l’ultimo giorno di lavoro prima delle ferie del collega un po’ scontroso. Ti ha detto: “ci sono fino alle due”, invece quando sei uscita dall’ufficio, alle sette, hai visto che era ancora collegato. Poveretto. E’ successa una cosa strana: gli avevi chiesto una cosa e lui ne ha fatta una metà, allora gli hai spiegato come invece la volevi fatta e nella mail hai aggiunto: “ne parliamo quando vuoi”, ma era una stupidaggine, davvero. Invece quando si è liberato ti ha scritto: “Sali da me?” che avresti voluto rispondergli: “a fare?”, ma tanto eri in sede e quindi non potevi, perciò avete risolto al telefono.

Ti ha fatto strano però, perché con l’altro, tutti picci-picci per ore in chat senza nemmeno chiamarvi, figurarsi vedervi e con questo invece, chieste tre cose e due volte che ti dice di passare di persona (la seconda tra l’altro veramente superflua).

L’altro, a cui dovrai trovare un soprannome se andrai avanti a parlare di lui in questo modo, torna lunedì. Non sai come prenderla. La lontananza in effetti ha aiutato. Non sogni più che ti sbatta contro un muro. Ma proprio per niente. E pensi anche che anche a lui sarai uscita dalla mente, se mai ci sei stata (e comunque di certo non in maniera sentimentale o che ne fa le veci). Ti verrebbe voglia di lasciar perdere, di non scrivergli più, ma hai ancora bisogno di lui per lavoro e temi che potrebbe riprendere la vostra allegra conversazione di prima della sua partenza, ma in maniera finta, non funzionante, forzata. Lascia perdere. Sarai anche diventata una gattamorta nell’ultimo mese, ma non sei cambiata negli ultimi dieci anni: quando ti accorgi che una persona ti piace ti dai alla fuga.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...