Archivi del mese: maggio 2015

I preferiti di aprile 2015

Con il consueto ritardo.

Tra l’altro non ci sono nemmeno libri, perché ad aprile hai letto poco e male e per di più con somma insoddisfazione. Per fortuna grandi recuperi a maggio.

– Malta, da voi risoprannominata l’isola dei fiorellini gialli. Bella La Valletta, la quiete di Vittoriosa, le stradine di Mdina, le scogliere viste dal bus 201, la grotta blu e tutto il resto.
– Il ninfeo della Villa Litta di Lainate, scoperto assolutamente per caso e che vi ha riempito di entusiasmo.
– Le tue magliette “ink your travel
– La fine della dieta.
– Il top coat di Kiko che ti ha fatto durare 10 giorni perfino April di Chanel (degli smalti Chanel già si è parlato e non in maniera lusinghiera su questo blog).
– La giornata con le amichette F. ed E. a festeggiare il tuo compleanno in anticipo.
– I libri ricevuti in regalo per il compleanno, con menzione speciale per l’Atlante delle isole remote.

Lascia un commento

Archiviato in i preferiti del mese

Vendette

Ieri sera, tornando a casa dopo la pizza+partita a casa di uno dei Beautiful Losers pensavi ad Allegri e alla soddisfazione che si è preso, generica certamente, ma anche, sotto sotto, nei confronti del Milan, che lo aveva esonerato e invece guardalo qui dov’è lui adesso con una squadra veramente valida e guarda il Milan dov’è, pure senza di lui.
E pensavi anche alla Juve, squadra, tifosi e management e alla soddisfazione che si è presa sicuramente in generale dal punto di vista sportivo, ma anche nei confronti di Conte, che se n’era andato dicendo che con quella squadra lì non ci si poteva far niente di più e tutti i blabla del caso e invece guarda qua, se non si poteva fare di più.
Ma poi ti sei detta: ma mica ti metterai a parlare della Juve!

1 Commento

Archiviato in filosofia del pallone