E ancora una volta sei andata in fissa

A volte ti capita di andare in fissa. Ti avviti su te stessa e non riesci a uscire dal tunnel che da sola ti sei costruita intorno. Ti senti imprigionata dalle cose che non puoi fare, fino a che non ti rendi conto che si tratta di una tua fissazione e cerchi di gestirla per quello che è, ben sapendo che comunque parte da un desiderio autentico, da realizzare senza che ti diventi una fissa.
Per esempio quando eri adolescente ad un certo punto sei arrivata a non avere più niente da mettere (per davvero: ti era rimasto un solo paio di jeans decenti, gli altri erano tutti vecchi e rovinati e non possedevi altri pantaloni) e non avevi neanche un soldo per comprarti dei vestiti nuovi. Non facevi che dire a tutti che avevi solo quindicimila lire. Fino a che non ti sei annoiata di te stessa e sei riuscita a convincere tua madre a comprarti un nuovo paio di jeans.
Cose così insomma, a volte anche meno ossessive, come quando ti fissi che vuoi un rossetto e giri tutte le profumerie del pianeta per trovarlo e la tua vita non sarà più la stessa finché non sarà nel tuo beauty.
Ora sei in fissa coi viaggi. Ti è sempre piaciuto viaggiare per carità, non è mica la novità del 2015, ma mai come in questi ultimi giorni ti sei sentita intrappolata nella realtà quotidiana fatta di casa-ufficio e viceversa, senza oltretutto trovare una via di uscita valida a questo tran tran. Ossessionata come sei, leggi valanghe di blog di viaggi, passi le ore davanti al canale 61, compri Traveller’s e Marco Polo. E al massimo vai ad Assago a fare il corso di photoshop. Ti senti soffocare.
Urge trovare una via d’uscita, che però non passi dall’aeroporto, almeno per un po’.

Annunci

6 commenti

Archiviato in falegnameria cerebrale

6 risposte a “E ancora una volta sei andata in fissa

  1. Caroline

    Conosco la sensazione. A me queste fisse scompaiono spontaneamente, ma senza esaudirle ahimé.

  2. io ho comprato un set per ricostruzione unghie tuttocompreso perchè ero in fissa che lo volevo fare… una volta arrivato a casa ho capito che mai mi sarei messa a imparare e ora giace su un armadio…

  3. Week end in città d’arte italiana? Basta il treno (no aeroporto) e il sabato l’alta velocità trenitalia fa gli sconti…
    ci saranno città che non hai visto no? 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...