La cialtrona che sei

Per prima cosa sei tenuta a confessare che sabato, in preda ad un raptus ingiustificato, causato in gran parte dal fatto che l’ereader si era piantato senza ragione, sei finita al Libraccio e ne sei uscita con 4 libri. Quindi il progetto dieci libri va bellamente a farsi benedire. Dei libri della lista ne hai letti quattro comunque ed erano tutti libri belli. Domenica l’ereader è ripartito (ovviamente).
La cosa buona però è che hai cominciato a leggere “Cime Tempestose” (sì, non l’avevi ancora letto, abisso della tua ignoranza, già detto, si sa) e visto che questa settimana prenderai spesso la metro, invece che la macchina, se ti becca Librinmetro non fai brutta figura con in mano dei libri della vergogna.
Per quanto riguarda il tizio che ti ha ripescata su linkedin, devi ammettere che sei andata a sbirciare il suo profilo. Ovviamente prima ti eri sloggata, hai visto mai che si accorgesse che eri andata a curiosare. Non hai capito bene se adesso lavora in una società svizzera o proprio in Svizzera. La qual cosa spiegherebbe perché, con Milano città piccola che è, non lo incontri mai in giro. Con la tua intensa vita mondana, in particolare.
La cosa che ti ha colpita è che negli interessi personali c’era scritto “jogging” e “reading”. Passi il “jogging”, ma “reading” de che? “Reading la Gazza”, magari (no, oggi non si parla di calcio, va bene?). E ti sei interrogata sulla percezione di quello che le persone hanno di se stessi, rispetto a quella che gli altri hanno di loro. Ma chissà, forse negli anni è diventato un appassionato frequentatore di librerie e book club. Devi ammettere che l’ultimo che ha visitato il tuo profilo di anobii aveva il suo stesso nome di battesimo.

Annunci

4 commenti

Archiviato in Senza categoria

4 risposte a “La cialtrona che sei

  1. Em

    Librinmetro! Che bel blog mi hai fatto scoprire! 🙂

  2. mamma mia cime tempestose! l’ho letto alle medie, in vacanza, e ho dato il nome della protagonista a una lumaca che avevo salvato. Certe letture forse è meglio farle più avanti.. anche perchè poi ho continuato ad aspettare quell’amore tormentato che poi non è arrivato.
    Se vai in qualche bagno prendi appunti!!

    • che tenerezza la lumaca. a me sembra un bene che non ti sia arrivato un amore di quel genere, mamma mia che paura 🙂
      sabato ti ho tanto pensata: nel ristorante dov’ero il bagno era minuscolissimo, ci stavo dentro a malapena

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...