Archivi del mese: gennaio 2013

Geografia portami via

Primo dialogo (solo sentito).
Collega uno: “Ma guarda che Campobasso è in Campania!”
Collega due: “Lo so!”

Dialogo due (dopo una mezz’oretta) – Dalla padella alla brace
Tu: “Tu prima non c’eri, il collega uno e la collega due sostenevano che Campobasso fosse in Campania”
Collega: “Madò! Ma il collega uno non è della Campania?”
Tu: “Va be’ che il Molise non esiste, ma insomma!”
Collega: “E’ per quello. Però va be’, Campobasso e Potenza stanno in Molise!”
Tu: “Ma che dici! Potenza sta in Basilicata!”
Collega: “Ah cavoli, è vero. E’ perché anche la Basilicata non esiste. Ma il Molise dov’è allora? Non si affaccia sul mare”
Tu: “Ma quando mai! L’Umbria è l’unica regione del Centro che non si affaccia sul mare!”
Collega: “Ma dove si affaccia allora? Sotto la Campania?”
Tu: “Facevo meglio a non dirti niente”

Annunci

3 commenti

Archiviato in Senza categoria

Dove sarebbe adesso El-Shaarawy se non ci fosse la crisi?

(I lettori credevano eh, di essersi sbarazzati della “filosofia del pallone”!)

La settimana scorsa, quando i giornalisti facevano i bookmaker con il contratto di Stramaccioni e giocavano a indovinare chi l’avrebbe presto sostituito, tu stavi serena per la sua poltrona perché sapevi e sai benissimo che ultimamente non c’è trippa per nuovi blasonati allenatori e visto lo stipendio che si prende, probabilmente anche lui non era troppo preoccupato.
Onestamente a te questa nuova austerity del calcio italiano non dispiace e finalmente tira fuori i giovani talenti che vegetavano e marcivano nei vivai delle grandi squadre. Tutti a parlare della cantera del Barcellona e poi a cercare il top player della situazione. Dove sarebbe adesso El-Shaarawy se il Milan non avesse dovuto vendere Ibrahimovic? E De Sciglio? E Benassi, messo in campo sabato a 18 per 90 minuti interi, diventato all’improvviso la star dei giornalisti di seconda serata (sperando solo che non faccia la fine di Santon, che non era da Inter e all’improvviso diventa “da Milan”)?
Tutti giovani, economici, bravi e italiani.
Questa cosa che “il futuro è dei govani” su twitter la vai dicendo da un pezzo. Prandelli dovrebbe baciarsi i gomiti.

Lascia un commento

Archiviato in filosofia del pallone

I preferiti di dicembre

Ecco finalmente i tanto attesi preferiti di dicembre 2012.

– Il blush Orgasm di Nars, portatoti a casa da Londra dal marito in viaggio di lavoro. Fa quello che promette: un colore bellissimo (che in effetti dalla confezione non gli si dà due lire) e resta sulla faccia per tutto il giorno. Ha scalato immediatamente tutte le tue classifiche in fatto di blush.
– Ricevere dalla banca la delibera del mutuo e andare dal notaio a fare il preliminare di compravendita per la casa nuova. Data prevista per il rogito: fine febbraio. Ebbene sì, dopo qualche anno di purgatorio, finalmente ritorni a vivere in una zona centrale (quasi).
– La visita a Milano delle amichette E. e F.
– I libri comprati, i libri letti, i libri ricevuti in regalo.
– I pranzi, le cene e le merende con gli amici.
– Il gatto Giulietto.
– Le scatole di Kiehl’s.
– Il the di Natale “Chai Lemon” dell’Arte del Ricevere.
– Il kabuki “sei grande” di Minerale Puro, che ti passeresti sulla faccia anche senza truccarti.
– I giorni di vacanza passati a leggere e dormire.
– Le lanterne colorate fatte volare nella notte di Capodanno (va be’, questo dovrebbe essere un preferito di gennaio in realtà, anche solo per poche ore, ma non ti va di sottilizzare).
– Sapere che finalmente era finito l’inviso 2012.

6 commenti

Archiviato in i preferiti del mese

Progetto dieci libri

Ovvero: cominciare il 2013 in salita, buoni propositi e via col tango.
Cos’è il progetto dieci libri? E’ questa roba qui. Ovvero stilare un elenco di dieci libri che già si hanno in casa e non comprare altri libri prima di aver finito quelli. La regia è pregata di togliere le risate pre-registrate, grazie.
Ecco l’elenco dei libri che vorresti leggere prima di comprarne altri:
1 – Le botteghe color cannella – B. Schultz
2 – I fantasmi del cappellaio – G. Simenon
3 – Arrivano i Sister – P. deWitt
4 – Questo bacio vada al mondo intero – C. McCann
5 – La vita bassa – A. Arbasino
6 – Non avevo capito niente – D. Silva
7 – Coral Glynn – P. Cameron
8 – Nostra sorella Carrie – T. Dreiser
9 – Una nuova vita – B. Malamud
10 – Il cavaliere e la morte – L. Sciascia

Ecco. Adesso possono partire le risate pre-registrate.

 

PS: Sìsì, poi arrivano anche i preferiti di dicembre, lo giuri.

19 commenti

Archiviato in Senza categoria