A grandi poteri corrispondono grandi responsabilità (cit.)

Per prima cosa ti sembra che l’immagine mediatica di Stramaccioni sia enormemente migliorata da quello scivolone della partita contro il Torino. Non solo si è scusato pubblicamente, ma anche se sorride poco è molto più pacato, forse è più sicuro di sé, forse gli hanno affiancato un addetto alla comunicazione, forse ha capito da solo che la spocchia non paga.
El Sharaawi ti sembra un bravo ragazzo. Posato e tranquillo per i suoi 20 anni, per il talento che ha dimostrato finora e per la popolarità che ne è derivata. Ecco, appunto, la popolarità. Lo sa benissimo che è diventato l’idolo dei tifosi e un punto di riferimento per i ragazzi della sua età. Ecco perché gli chiedi di mettersi una mano sulla coscienza e fare qualcosa per quella sua cresta improponibile, che in tanti, troppi tamarri di tutte le età ultimamente stanno cercando di emulare. Non è tanto per lui, è per gli altri. Per favore.

Annunci

2 commenti

Archiviato in filosofia del pallone

2 risposte a “A grandi poteri corrispondono grandi responsabilità (cit.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...