L’estate delle svolte

Questa è l’estate delle svolte, del lavoro nuovo, della sede nuova, magari non sarebbe male anche di una casa nuova. E’ l’estate di un piccolo segreto a orologeria che potrebbe anche non esser niente, non si sa.
E’ l’estate degli addii e dei nuovi inizi, dei tanti appuntamenti, delle possibili sorprese, sia belle che brutte.
Oggi è il tuo ultimo giorno di lavoro in questo posto e non ci volevi nemmeno venire (e facevi bene, ti hanno comunicato solo seccature), speravi di incontrare per l’ultima volta la gatta del parcheggio e invece non c’era nemmeno. Detesti salutare, non sai cosa dire. Non ci sarà una festa, te ne vai alla chetichella, senza ancora aver deciso se mandare almeno una mail di addio oppure sparire nell’indifferenza generale.
Da lunedì sarai nel nuovo posto di lavoro, senza computer perché di là nessuno ha pensato di ordinartelo (ma lo avevi detto che non ti potevi portare questo) e quindi senza poter raccontare ai tuoi dieci lettori (cit.) come vanno le cose. Il tutto connesso con una serie di paradossi che se ci pensi non sei più neanche arrabbiata, ridi soltanto. La tua capa, con buona probabilità, riderà di meno.
Di tutti questi enormi cambiamenti non te ne sembra vero nemmeno uno, come se lunedì dovessi tornare ancora a questa scrivania a leggere policy e documenti di business continuity e a preoccuparti del logo da piazzare sui documenti ISO. Invece nulla di tutto questo.
Che punti fermi ti restano? L’uomo che ami, la gatta e il gelato al pistacchio. 

Annunci

11 commenti

Archiviato in Senza categoria

11 risposte a “L’estate delle svolte

  1. sweetpotatopie

    e dici poco?

  2. quando ho cambiato ufficio – ma non lavoro – ho attaccato al muro un poster con scritto “Progress is impossibile without change”… molto consolatorio, perché sono piuttosto restia ai cambiamenti. E quindi insomma, in bocca al lupo per la nuova avventura 🙂

  3. edi

    tanti tanti tanti tanti empatici inboccallupi, perché non sai mai che forma può avere la felicità

  4. Pistacchio di Bronte naturalmente.

  5. non sono affatto d’accordo. hai anche la pila di libri!

  6. Dan(iela)

    I tuoi punti fermi mi sembrano ottimi 🙂 In bocca al lupo per il nuovo lavoro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...