Parli solo di libri o di vestiti

(stavolta di vestiti)
Ieri è venuto il Presidente della società dove lavori a far visita agli uffici. Poiché egli è persona assai formale, è stato chiesto ai dipendenti di abbigliarsi di conseguenza. Tu, che tutti i giorni vai al lavoro con maglioncino, pantaloni neri e scarpe basse, hai aperto l’anta dell’armadio dedicata ai vestiti e ne sono usciti ben quattro tubini neri tutti di Zara, tra i quali hai scelto e indossato quello che hai considerato più adatto. Il tutto domandandoti soprattutto: “Ma perché?”
Ma perché ti sei comprata quattro tubini neri di Zara (e per fortuna te li sei comprata da Zara) per poi metterti tutti i giorni maglione e pantaloni neri?
Quante volte pensi che metterai la gonna viola di Marni comprata all’outlet (e pagata per fortuna come un tubino di Zara)? Quante volte ti capita di aprire l’armadio cercando una cosa e di vederne altre e di pensare: “Ah già, potrei mettere anche questo” e poi non mettertelo?
La cosa buffa è che molte di quelle cose che pendono inutilizzate nel tuo armadio ti stanno oggettivamente meglio di come ti ostini a vestirti tutti i giorni per comodità e pigrizia mentale, quella stessa comodità e pigrizia mentale che ti hanno fatto indossare oggi la giacca di pelle tirata fuori domenica, nonostante sapessi che avresti avuto freddo.
Pari la divisa della tristezza.
Per soprammercato, lunedì pomeriggio sei andata da Sephora a comprare i dischetti di cotone e ne sei uscita con due smalti e un rossetto. Tu, che lo smalto non lo metti quasi mai, che bisogno avevi di comprartene, non uno per sfizio, ma ben due?
Non ti si spiega proprio.
A volte pensi che se avessi evitato di comprarti tutti i vestiti e i trucchi che non utilizzi avresti il budget per un attico in centro vista Parco Sempione.

Annunci

9 commenti

Archiviato in Senza categoria

9 risposte a “Parli solo di libri o di vestiti

  1. Ah come ti capisco riguardo alla pigrizia di abbigliarsi, devo dire che ultimamente sono migliorata, almeno due volte a settimana vado in ufficio con vestitino e calze nere pesanti (che io adoro) magri abbinandoci un paio di scarpe non troppo scomode. Come ho fatto? Semplice negli ultimi tempi ho comprato solo vestitini sfiziosi (e non proprio da ufficio) e,non volendo, mi son ritrovata nell’armadio sempre meno pantaloni rachitici da mettere…quindi sono quasi costretta a indossare abiti perché oramai ho solo quelli!

  2. ah, ma io credo di avere più vestiti che pantaloni smorti, però quei due paia di pantaloni smorti li faccio andare finché non mi cadono a pezzi addosso (quindi sto conciata ancora peggio).

  3. Caroline

    E’ un mal comune. Anch’io mi vesto sempre uguale: t-shirt, maglione e pantalone oppure come unica variazione sul tema: maxi pull e leggings.
    (il tubino nero l’ho comprato anch’io da Zara, dopo avere visto un insulso programma in tv sul tubino nero intitolato Lust/Love)

  4. c13

    a me sembra che i vestiti di Zara siano elegantissimi, ma non faccio testo.

    al lavoro indosso quasi esclusivamente i jeans che mia figlia ha scartato, per cui oltre che pigra son pure fuori moda. te pensa.

  5. Dan(iela)

    Io vi evito il (mio) solito commento sulle (mie) amate tute e scarpe da ginnastica/sneakers. Ormai faccio fatica a indossare altro 😦

  6. Elena

    Ossimoro, anche io ho risolto il problema della perenne divisa acquistando dei vestitini e abbinandoli come fai tu, il dramma è che ho avuto la bella pensata di farlo oggi che fa proprio freddo
    Lise, io con i soldi spesi in trucchi e prodotti di bellezza (soprattutto scrausi e conseguentemente di breve durata) avrei potuto farmi un viaggio a New York ogni anno, mentre convertendo tutta la fuffa comprata da HM o da Zara un tanto al chilo (perché una camicetta 19.90 non si nega a nessuno) penso che potrei indossare roba di alta moda per il resto della vita

  7. @anita

    “sopramercato” l’ho letto diverse volte di recente in un libro della Beauvoir tradotto negli anni ’50.

  8. sì, a volte mi piace usare delle parole retrò. “desueto” è la mia preferita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...