Si ricordano i tuoi lettori della famiglia del post del 23 marzo scorso? Se non si ricordano comunque andare a riprenderlo è facile: è poco più giù su questa stessa pagina.
Lui era tornato a casa in lacrime nel giro di una settimana, spergiurava amore eterno alla moglie che se lo era ripreso perché troppo innamorata, faceva promesse e progetti. Poi le ha telefonato, le ha detto che non era più innamorato di lei e che tornava dall'altra.
Tu pensi che l'unico uomo che queste donne dovrebbero contattare, immediatamente, è un fabbro che cambi la serratura di casa. Di tutte e due. Non si può accogliere a braccia aperte uno così, non si può lottare per averlo, lui di certo non lo merita.
Provi ad affrontare l'argomento con Stear e lui non ne vuol sentir parlare, si instruzzisce e si offende pure, come se cose del genere non potessero capitare a chiunque. Non possono? Come fa ad esserne certo? Non è presunzione da parte sua? 
Tu dovresti andare in palestra e non ne hai nessuna voglia. Non hai voglia di niente. 

Annunci

11 commenti

Archiviato in Senza categoria

11 risposte a “

  1. ciao Lise, ti leggo da sempre ma non ho mai commentato…anche io leggo il blog di cui parli e sono rimasta senza parole quando ho letto le ultime vicende…la penso esattamente come te, un uomo del genere non merita nulla…

  2. capisco stear che non ne vuole parlare: è anche un modo per proteggersi, tenendo totalmente fuori dalla propria vita comportamenti e modi inaccettabili.
    io farei un po' come lui, lo ammetto…

  3. massì, poi alla fine non c'è niente da dire
    ginger, io ho pensato che la miglior vendetta nei confronti di chi le ha portato via il marito è lasciarglielo

  4. ginevs

    sì sì il fabbro mi sembra l'unica soluzione sensata…

  5. avrà pensato oh ma chettecredi, moglie mia, che siamo tutti stronzi come quello?
    e si sarà un filino offeso, essendo tuttaltro.

    ciao Lise, se non si ha voglia di niente vuol dire che non si deve fare niente. secondo me.

  6. cristina, quello che dico io è che magari pure quel marito là, l'anno scorso si sarebbe potuto offendere, perché finché non ci si trova in mezzo non lo si può sapere.

  7. Mah Lise, io credo che le cose non accadono per caso. Non tutti siamo fatti alla stessa maniera, possiamo vivere le stesse tentazioni ma reagire in maniera differente.

  8. secondo me ha ragione lise: finché non ti ci trovi in mezzo non puoi sapere… e non puoi sapere nemmeno come reagiresti tu a una situazione del genere.

    ho sentito donne rispondere "non sai di cosa parli: quando sei innamorata perdoni tutto", ed altre per poco non le ho viste mettere affissioni con la faccia dei loro ex traditori alla samantha con richard in sex and the city.

    dopo di che forse ha ragione stear, inutile parlarne: da dire non c'è molto…

    Lise passerà questo periodaccio?
    sembra un po' una sindrome da burn-out. ci sarebbe da prendere una pausa, fare qualcosa di egoista. non so.

    nel frattempo ti mando un bacio
    L

  9. MissCaroline, è verissimo, altrimenti tutti si lascerebbero e andrebbero allegramente per altre relazioni e dopo un tot, via di nuovo col giro fino a che non si è troppo stanchi 🙂
    quello che io dico è che non puoi saperlo a priori, a che "categoria" appartieni.
    lala, non so se sia proprio inutile. io penso che queste coppie siano scoppiate perché quando le cose hanno cominciato a girar male (e sicuramente c'è stato un momento) non si sono parlate e il lui in questione non ha tirato fuori quello che non andava. e allora io ho detto a stear: "se non stai più bene con me, prima di trovarti un'altra parlami"

  10. D’accordo con te sulla questione ‘potrebbe capitare a tutti’ (che paura) mentre la vedo diversamente sulla questione ‘riprendersi il marito’ come si può cancellare tutto in così poco tempo?il pazzo e’ il marito non certo la moglie, detto questo sono cosciente che riprendersi il fedifrago il più delle volte significa metterci una toppa ma non si può pretendere che una donna o un uomo innamorati del proprio partner possano mettersi l ‘anima in pace dall’oggi al domani, non so e’ proprio arduo.

  11. ossi, a mente fredda anch'io ti dico "non me lo riprenderei", perché penso che ad un certo punto venga a mancare la fiducia. ma siccome siamo tutti diversi e c'è chi è più bravo a perdonare (o forse dà un valore alla famiglia diverso da quello che do io, non so quali siano le motivazioni di ciascuno), so che sono cose che possono succedere. lo so perché l'ho visto succedere: anche l'amica di Stear era pronta a ricominciare e a tenersi il marito in casa, anche se poi la vita le ha dimostrato, come a questa del post, che non avrebbe dovuto fidarsi.
    penso che sia poi molto difficile perdere d'un colpo la fiducia nella persona che ami e rinunciare a lui senza provare a lottare. ma non mi ci sono mai trovata, quindi non so.
    però una volta mi sono ripresa un uomo. uno che mi aveva lasciata per un altra ed era sparito per moltissimi mesi. quando è tornato da me me lo sono ripreso. non subito eh, l'ho fatto aspettare parecchio, ma me lo sono ripreso. non ha funzionato
    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...