La tua collega che è andata a prendere la posta dove la lasciano i fattorini ti lancia sulla scrivania una busta rossa, dicendo: "E' per te". Tu la guardi appena: giri solo la busta, non c'è mittente. La lasci lì per un po', distratta dalle notizie di oggi (che son ben più importanti di questo misero post), la apri solo dopo un po'. Dentro c'è un biglietto natalizio, a mano c'è scritto "Buon Natale", poi un lungo spazio vuoto e in fondo, più in piccolo N.B. e un numero di telefono. Nessuna firma.
Vabbe', bravo. Ma tu non lo chiami mica.

Annunci

27 commenti

Archiviato in Senza categoria

27 risposte a “

  1. ma è il fattomodello? πŸ™‚

  2. ahahaha, gente, siete dei commentatori fantastici

  3. N.B.?  Nano Bastardo? Uh mamma!

  4. ginevs

    anche io ho subito pensato al fattomodello πŸ™‚

  5. anonimo

    Natale Babbo con i tuoi regali?  πŸ˜‰
    Daniela

  6. ti chiamerà lui, non ricevendo segnali da te…
    e comunque: bello!

  7. In pubblicità questo tipo di operazione la chiamiamo teaser, il cui scopo è unicamente quello di creare curiosità. Successivamente a questa fase avviene la rivelazione con una bella campagna stampa.
    Quindi, come dice Canto, sicuramente si farà vivo lui.

    Caroline

  8. anonimo

    Pensavo Fishing πŸ˜‰
    Daniela

  9. si ma nel teaser si dice e non si dice
    qua ci mette il numero, inzomm

  10. ma infatti, se ci ha messo il numero spererà che sia io a chiamarlo, spinta dalla curiosità di scoprire chi è.
    comunque il fattomodello non è così raffinato e nemmeno pensa di aver bisogno di suscitare la mia curiosità: lui si sarebbe firmato πŸ™‚

  11. anonimo

    Magari è il capo? 
    Daniela

  12. ma il suo numero ce l'ho! e se avesse voluto fare il mollicone comunque non l'avrebbe spedito con il francobollo, l'avrebbe solo messo nella posta interna πŸ™‚

  13. confermo che il teaser non prevederebbe il numero, sennò – nel caso chiamassi – sarebbe subito svelato il mittente. Sempre che a quel numero non risponda una voce meccanica che dice "Grazie per aver chiamato soddisfacendo il mio ego. La prossima puntata ti mando una ciocca di capelli così magari capisci meglio."
    … e così via, fino alla spedizione di lui medesimo in una torta di panna.

    Si capisce che i racconti del mistero ci avvincono? πŸ™‚

  14. canto ti amo moltissimo.
    però devo dire che come "attenti lettori" siete un po' deludenti. in particolare non mi spiego come mai la plett non abbia indovinato πŸ™‚

  15. non obbligarmi a scandagliare TUTTO il blog…
    Ma quindi lo sai!
    E' l'ex amante, quello che ogni tanto si fa risentire?

  16. ma no, canto: basta andare al 12 giugno e al 21 ottobre 2009. penso che sia lui

  17. ahahaah edi, mi fai morire. badate bene, io PENSO che sia lui, ma potrei sbagliarmi eh. potrebbe essere qualcuno che ho incontrato a un qualche evento e che non si è firmato per errore, non per scelta.

  18. mi congratulo con me stessa, che mentre leggevo pensavo "solo lo psicopatico che chiamava in ufficio, può essere". se così fosse, vale lo stesso consiglio dell'ultima volta: mandagli un sms col numero delle psicologo, magari da un servizio di sms anonimi.

  19. edi

    @lise visto che ho seguito la faccenda … non so, è la prima frase che mi è venuta in mente! Le mie amiche li chiamano gli zombies: quando pensi che siano schiattati definitivamente, ecco che fuoriescono dalla tomba

  20. conigli, in effetti ci ho pensato. oppure come mi ha consigliato un collega: chiamarlo da un numero anonimo, dirgli solo: "grazie, anche a te" e riattaccare velocissimamente πŸ™‚
    edi: gli zombies è favolosa! in effetti 'sti tizi escono da certe bare…
    (sto seriamente pensando di entrare nel programma protezione testimoni)

  21. ah, no, cazzo, ci avevo pensato fosse lui, ma speravo fosse definitivamente morto. perché ricompiono sempre i peggiori? perché?

  22. edi

    la morte di TPS mi ha depressa. Avvalora la tesi del "ricompaiono solo i peggiori" perché i migliori schiattano o, peggio, ne sposano altre

  23. edi, però aveva 70 anni, era troppo vecchio per noi due πŸ™‚
    (ve l'avevo detto che sua sorella era mia insegnante alle superiori? noi dicevamo che il cervello di famiglia era andato da una parte sola)
    comunque il fatto che si sposino non è ahimè garanzia di sparizione
    plett: mah. magari è qualcun altro eh. però questo è il suo stile.

  24. Che roba… devo provare anche io!

  25. Pingback: Le feste ricicciano fondi di magazzino peggio che i saldi | Lise Charmel

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...