Hai visto le foto dell'ultima jam session di cucina di in forno a sinistra. Hai preso paura. Ti guardavi ripresa per sbaglio, negli angoli, di sbieco, finita dentro per caso in foto altrui. Un mostro. Un mostro deprimente. Le tue proporzioni sbagliate spiattellate lì, negli angoli delle foto. Da qualsiasi parte ti si guardi sei un cesso.
Lo hai sempre saputo, certo, ma vederti lì, indifesa nella tua bruttezza è stato un brutto colpo. Ti ha messo addosso una cattiveria, una tristezza che non sai dire. Tutto ti mette di cattivo umore.
A partire dall'estetista che ti propone mille trattamenti, come se servissero a qualcosa (oltre che a svuotarti il portafogli) e pure questo ti intristisce, perché non c'è nulla che puoi fare, a parte cercare di dimagrire. Ma sarai sempre brutta, anche ammesso che diventassi magra.
E vorresti sapere come si fa a piacersi, anche da brutte, come quelle cozze che si fanno fare le foto in tutte le posizioni, sorridenti, ammicanti e pseudosexy e poi le mettono gigantografiche sui loro blog con sotto scritto dove si sono comprate i vestiti.
 

Annunci

17 commenti

Archiviato in Senza categoria

17 risposte a “

  1. non so se ti consola, ma io quando mi vedo in foto mi odio. e sì che penso di essere figa. ma in foto mi vedo probabilmente per quel che sono, grassa, mal pettinata e vestita male.

  2. Batchiara

    invece io penso di venire in foto molto meglio di come sono dal vivo. Il che è tutto dire.(a me sei sembrata bellissima, Lise, fin dalla prima volta)

  3. idem. [sottraendo il pensiero d'essere figa, però].:(

  4. smettila altrimenti a torino mi porto il randello.

  5. io mi faccio schifo sempre, in foto. tu e io, non siamo fotogeniche. ora guardo le foto

  6. ma dai non ti si vede mai neanche in faccia!!

  7. La chiamo "sindrome da specchio improvviso", ed è terribile. Sei lì che cammini per strada, magari credendoti caruccia… e tac, uno specchio a tradimento! Ti intravedi e pensi "Chi è quel cesso?" Poi ti viene un sospetto, guardi meglio e capisci. 😦

  8. guarda ho davvero puara di guardarmi in foto tanto che tendo a tenermi gli occihli da sole tranne

  9. continua:tranne quando qualcuno (vero canto?) mi costringe a toglierli.guarda non so se vieni male in foto ma so che dal vivo sei parecchio caruccia e questo mi basterebbe, signora mia.

  10. Come direbbe il fiancè, non sei tu che vieni male è un problema di luci : )

  11. Tipo tana per me? 😉 Io credo che uno dei motivi validissimi per cominciare a fare foto è che così non sei mai nelle foto di nessuno. Ho molto pensato su questa cosa che un po' tutti ci vediamo cessi in foto (e non solo in foto: sottoscrivo la vetrina malvagia di Canto, con tutta la tastiera) un po' forse perché alla bruttezza in generale ci si abitua, e quindi anche alla nostra e ci vediamo mejo di quanto non siamo, un po' perché le foto, obiettivamente, fissano il più delle volte dei momenti che in sequenza non li noteresti nemmeno, tipo gli occhi chiusi, mentre fermati lì sono veramente urendi. Mi ha molto colpito questa tua frase"vederti lì, indifesa nella tua bruttezza"È il tipico pensiero che faccio anche io, magari quando sono un po' rilassata e non ci stavo pensando e arriva uno specchio o, peggio, una foto, e proprio non ero psicologicamente pronta ad affrontarmi.Indifesa. Come è la parola giusta.È una di quelle frasi che quando leggo i libri mi fa pensare "vedi questo che bravo ad esprimere questa cosa che io invece ci giro intorno come un gattino cieco": brava, davvero. Detto questo.Nei momenti di razionalità anche io penso anche se diventassi magra sarei brutta lo stesso e, ti dirò di più: so, con quasi assoluta certezza, che anche se fossi la Colombari mi troverei un vagone di difetti che ce ne sarebbe abbastanza per deprimermi in ogni caso. Non che abbia risolto niente, eh, però posso flagellarmi un po' anche con il mio carattere di merda, vuoi mettere che bello? Detto anche questo, dopo aver letto tutto ciò è ancor più un onore che tu voglia farti fotografare da me, e spero davvero che riusciremo a farlo. Pardon lo sproloquio.(laclauz quando la pungi nel vivo non la tiene nessuno, ah!)

  12. guarda che con alja sabato saremo in due armate di randello 😉

  13. le foto sono cattive e ci odianochiara boh, non è che non ti creda eh. però insomma, a me quelle bellissime paiono fatte diverseerba, non mi si vede in faccia. ma si vede la pancia. si vede quanto sono tozza. sembro un televisore in sedici noni. si vedono le spalle curve. si vedono un sacco di difetti anche senza la facciacanto: gli specchi a tradimento sono una vera cattiveria, concordoossi, boh, io mi trovo orrenda pure di persona, altrochécaroline, ma infatti, spegniamole 'ste luci, che come disse un mio ex "al buio ti preferisco" (lo giuro)alja, elo, ma tanto a torino avrete le braccia cariche di libri e quindi non mi potrete randellare, olè

  14. cara la clauz, allora ti ho già detto che penso che tu sia bellissima e non mi far ripetere, ma comunque tu nelle tue foto mica ti pavoneggi stile "anvedi quanto sono sexy, sono il bocconcino della rete e guardate tutti la mia nuova borsa carpisa, che figa che è". perciò no, non eri tu:)quella cosa dell'abituarsi alla propria bruttezza mi trovi concordissimo, tanto che riesco normalmente a guardarmi allo specchio quando per dire mi pettino, ma quando uno specchio traditore (o una vetrina) mi prende allo sprovvisto allora arriva anche lo sconforto. e con le foto è pure peggio, non so, mi pare che la bruttezza sia ancora più nitidapure io come te (e forse ce lo siamo anche già detto) sono un'espertona nel trovarmi difetti anche non estetici, del resto ho un passato di fallimenti che mi aiuta assai in questo.mi piacciono i tuoi sproloqui, vuoi essere mia sorella?

  15. no, dai, quella dell'ex no. Sicura non fosse "Al buio LO preferisco", alludendo al fascino dello stoccacciarsi senza guardare dove? : /

  16. canto, la frase precisa fu: "al buio e con i capelli davanti alla faccia mi piaci di più" 😦

  17. Adesso non mi si picchi, perché di solito succede così… ma a me non sei parsa brutta °__°Comunque l'attacco del pezzo è duro, feroce… mi piace, letterariamente parlando.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...