Autocritica questa sconosciuta
Brunetta che se la prende con la Lega per non aver vinto ti fa proprio ridere. Per prima cosa ti fa sogghignare sadicamente che non abbia vinto (come Castelli trombato a Lecco: son davvero delle soddisfazioni che una nella vita non si aspetta proprio e perciò doppiamente benvenute). Per seconda cosa, vorresti dirgli che i casi sono due: o Venezia è un feudo di sinistra in una regione di destra (può essere) oppure che gli elettori, pure quelli di destra, di lui non han voluto proprio sapere. Che si domandasse un attimo il perché, invece di prendersela con la Lega, che in Veneto ha fatto cappotto.
Bersani che dice che non è andata poi così male ti vien voglia di prenderlo a botte. Già ai tempi delle primarie in Puglia, che quando vinse Vendola volevi uscire in strada a fare il trenino pereppeppè, gli sarebbe dovuto venire in mente che la gente vuole una sinistra vera e non un partito "un po' di qua un po' di là" e che se si piantasse di tentare di convergere al centro e si dicessero le cose chiare si potrebbe riguadagnare una discreta fetta di elettorato (tipo tanti di quelli che hanno disertato le urne per la delusione e sono sempre di più). "C'è bisogno di sinistra" diceva un cartellone elettorale e aveva ragione, che ci pensasse un po' su il Pierluigi nazionale e si desse un po' da fare per recuperare quello che dovrebbe essere l'elettorato di riferimento: gli operai, i poveri, gli intellettuali. Che Campania e Calabria tu te lo aspettavi. Ma il Piemonte, che di tragedie governative non ne aveva avute e il Lazio, con una candidata valida (tu l'avresti votata con ben più entusiasmo che Penati, per dire) non erano regioni che si potessero perdere. Un po' di rispetto per gli elettori suvvia.
Infine un appello (tra l'altro in tema): Mario, eddai, chiedi scusa per favore. Sei giovane, davanti a te hai tanta strada, non te la bruciare adesso, perché non sai in futuro quanti non vorranno avere a che fare con chi non sa chiedere scusa. E poi a volte si può chiedere scusa anche quando si pensa di aver ragione.

Annunci

4 commenti

Archiviato in Senza categoria

4 risposte a “

  1. brunetta è stato così maltrattato da madre natura che troverà sempre qualcuno con cui prendersela (e non è una battuta).io sto perdendo anche le speranze in pierluigi, che bofonchia "ma sì, la nostra campagna elettorale non era male" e poi fa i conticini per poter dire che "in fondo abbiamo vinto". Maddeché?

  2. mi permetto di copiarmi da Canto e incolalrmi qui, perchè io la penso così::dobbiamo essere critici verso il centro sinistra? a mio avviso non più di tanto perchè pure se Bersani è più stanco e scazzato di me il lunedì matina (ma l'avete scelto voi mica io) e pure se non abbiamo leader degni di nota, i fatti stanno a zero, l'Italia è troglodita e ignorante e, pertanto, pure se avessimo un leader intelligente e carismatico che è davvero per la laicità dello Stato, a favore della legalità, per l'integrazione, pensate che prenderemo più voti?Ma figuararsi, qui vince chi fa leva sui sentimenti de panza, sui rumori intestinali, sulle offese, sull'arroganza.Vince chi parla di invidia, chi come critica politica dà della cozza alla sua avversaria.MA DI CHE STIAMO PARLANDO?La verità è ancora più mediocre di quanto pensiamo, per vincere dovremo diventare come Berlusconi!Una cosa per sintetizzare il tutto:a Fondi ha vinto di nuovo il PDL!RIcordo che Fondi era stata commissariata per infiltrazioni mafiose!Ma non è finita alla regione Lazio è entrato con  tantisismi voti proprio colui che era il principale indagato per mafia a  Fondi, forse diventerà assessore al bilancio o alla sanità, capite perchè non si può avere un minimo di fiducia verso il futuro?Bisogna stringere le mani a Berlusconi perchè ha capito tuto ma proprio tutto, è un genio.

  3. Se non proprio autocritica, almeno onestà intellettuale… cioé dire: sì, abiamo preso el paste, diobono che schiaffi anche 'stavolta, ci fregano sempre questi italiani che votano per persone che noi pensiamo essere impresentabili, invece si presentano, e vincono a mani basse… dobbiamo capire come mai.Nessuno è scemo, nessuno ladro, solo capire come sono fatti costoro che votano l'invotabile.E sì, a questo punto, è chiaro che se la destra presentasse un muflone, dicendo che si chiama Gianni Codogno, vincerebbe lo stesso (è bravissimo eh? Ma è un muflone! No, che dici, è un uomo… Ma, ma… guarda, è un muflone! Noooo, è un uomo, si chiama Gianni Codooognooo! Ok, allora lo votiamo.)E se è chiaro che sia così, mi chiedo perché se la menino tanto a mollare il centro e concentrarsi sulla sinistra, come ben dici tu… tanto non hanno da perdere nulla che non abbiano già perso da secoli.

  4. ma insomma, non si può certo dire che è andata bene!ossi, son d'accordo con te sui beceroni italiani, pensa solo che a brescia il più votato è stato il figlio di bossi. insomma, si commenta da sé.però io penso anche a tanta gente che a votare non c'è andata perché non gli piace questa sinistra qui (quanti di noi la votano lo stesso pur non essendo convinte? pensate a quelli che sono un po' più duri e puri di noi…). guarda i voti che ha preso il movimento 5 stelle, specie in certe regioni. quelli non sarebbero elettori da recuperare con onestà e coerenza? boh, io dico che val la pena provarci. e ricordo la serracchiani, che quando ha detto le cose come stavano in veneto ha preso più voti di berlusconi. in veneto!pepper, sia chiaro che piuttosto che votare certi personaggi impresentabili, collusi, pluri-indagati, già condannati, senza neanche la licenza elementare, pure io preferirei votare un muflone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...