Lungo la strada per andare al lavoro troneggia un gigantesco cartellone con la Manuela Arcuri sdraiata su un letto tutta gioiosa, con addosso un obbrobrio di vestituzzo fantasia e un paio di scarpe dei tuoi sogni (certo, avessi tu le gambe photoshoppate di Manuela Arcuri). La Manuela sorride felice sotto la scritta SALVATORE FERRONE.
Nessun claim, nessuno slogan, nessun payoff. La domanda quindi sorge spontanea: che fa Salvatore Ferrone nella vita? Il parrucchiere? Il produttore di letti e materassi? Il ciabattino? Il designer di orrendi vestituzzi?*
Cosa credono di averti spiegato con quel cartellone?
Era meglio quando al suo posto c'era Belen con addosso un puccettosissimo pigiamone rosa con gli orsetti.

* Non che tu voglia veramente saperlo eh. Per quello c'è Google semmai.

Annunci

10 commenti

Archiviato in Senza categoria

10 risposte a “

  1. secondo me Salvatore Ferrone è l'alter ego di Manuela Arcuri.Commentavo la stessa cosa la settimana scorsa davanti a un totem che diceva "mille migliaia di clienti, xx sedi in tutto il mondo, sempre a contatto col cliente" + il marchio e l'immagine di alcune montagne. La domanda sorgeva spontanea: come avete fatto a convincere tutti 'sti clienti, se non dite cosa fate?

  2. Fa vestiti, l'ho scoperto anni fa quando ero a Roma. Lì ha dei negozi monomarca, e mi pare di averne visto uno anche qui.Il materiale è il solito (tipo il sintetico lucidino elastico), i prezzi spropositati, le fantasie da vecchia.*A questo punto ci si chiede: di chi erano le scarpe? :-)*Lo so, magari lo sapevi già, la tua era un'osservazione – giusta – sul cartellone. È che probabilmente il signor Salvo pensa di essere famoso quanto Valentino, che non ha bisogno di spiegare cosa fa!

  3. (Ecco, appunto, ho letto solo ora la postilla. È che mi hanno cambiato la font del computer e ci son delle cose che non si leggono più, hahahahaha!)

  4. canto, mi hai ammazzata dalle risatelady, in effetti la tua è una buona spiegazione!(no, ma l'avevo capito comunque che era un marchio di vestiti: sempre sulla strada c'è un altro cartellone con un abituzzo ancor più orribile)

  5. Graziosa Lise, la metà degli alzanti occhi, grossomodo, non si pone la domanda, guarda la procace bellona e tanto basta.

  6. vai da me a vedere il manifesto che vedo io andando a lavoro!

  7. Fastidioso questo modo di fare pubblicità, sì… sempre pensato che più che creare aspettativa, crea quella sensazione "ma quello lì sa qualcosa che io non so e pure mi piglia per il culo? ma io lo spacco!"

  8. Trovo che "Salvatore Ferrone. Designer di orrendi vestituzzi!" sia uno slogan perfetto e molto più acchiappante della Arcuri. Ferrone dovrebbe pagarti come pubblicitaria.

  9. ma Ferrone qui è straconosciuto! è il "vorrei essere cafonal ma non ho i mezzi necessari" (perchè diciamolo c'è uno stile cafonal pure tra molti marchi di lusso)anni fa ci presi un paio di vestitini che in effetti potevo trovare al mercato pagandoli meno della metà.prima della Arcuri c'era la Ferilli a fare loro la propaganda, per farti capire qual'è il loro target.

  10. edi

    ehm, è sandro ferrone. :-)e concordo sul resto: l'ultima volta che ci ho comprato un vestito è stato quando portavo la 48.(sembrano secoli, ma).no, quei manifesti fanno paurae pure i vestiti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...