Sabato era una bella giornata, gli ormoni svolazzavano felici nell'aria e tu eri allegra mentre salivi e scendevi dall'attrezzo della palestra che simula i gradini, peccato solo che non ci fosse nessun sedere interessante da guardare.
Ieri invece eri nervosa e arrabbiata per la gente che pensa di essere gentile e affettuosa e invece calpesta la tua privacy (come farlo capire senza offendere nessuno? e allora perché devi essere tu quella che resta offesa?) e salivi e scendevi con rabbia, con un nervoso che sembrava calpestassi il nemico. Chissà, forse c'erano anche dei sederi interessanti ieri, con tutta la gente che c'era, ma non te ne fregava niente.
Invece poi quando sei uscita hai pensato a una persona che è così sola da aver dovuto affrontare degli esami medici tristi e spaventosi senza che nessuno la accompagnasse e anche se è andato tutto bene per fortuna tu hai pianto, perché non si dovrebbe essere soli in circostanze così, soprattutto se nella vita non si è mai fatto niente di male.

Annunci

4 commenti

Archiviato in Senza categoria

4 risposte a “

  1. E invece, di solito, è proprio chi non ha mai fatto niente di male a dover subire le prove peggiori della vita.
    E a me questa cosa fa molto arrabbiare.

  2. E' un lavoro lungo, quello di far capire agli altri quando sono inopportuni (senza ferirli). Purtroppo passare da stronza e ingrata è un rischio molto forte… Mi vengono in mente esempi al lavoro, in cui più o meno i colleghi hanno capito cosa mi dia fastidio; in altri casi – con persone che non mi conoscono – scelgo spesso di rodermi il fegato piuttosto di correre quel rischio.

  3. caroline è che a volte certe persone si creano scientemente il vuoto intorno, pur non essendo cattive. è molto difficile stare vicino alle persone così, però penso che anche loro ne abbiano bisogno
    canto, è dura sì e io non sono maestra di tatto

  4. un bel pensiero.
    anch'io penso che non sia giusto. ma capita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...