Stamattina per andare al lavoro hai impiegato meno di 35 minuti, dal momento in cui sei uscita di casa alla timbratura, compreso il passaggio alle poste per pagare alcuni bollettini. Sulla 52 hai cominciato a leggere Disturbo della quiete pubblica, hai appena superato pag. 50 e già temi di finire come John Wilder.
In posta c’era un impiegato che di solito è sempre gentile, sollecito e spiritoso. Stava affrontando una pratica con un giovane straniero e ti ha stupito vederlo sgarbato e insofferente, infastidito, mentre il ragazzo era sorridente e gentile. Quella cretina di Nené (la moglie di un amico di Stear), che lavora allo sportello di un ospedale dice che gli extracomunitari sono spesso arroganti e sgarbati, ma si è mai vista da fuori, che anche gli italiani lo sono?
Il ristorante dove vai di solito a pranzo ha personale di sala quasi tutto brasiliano. E’ piacevole sentirli parlare in portoghese tra di loro anche se non capisci mai una parola di quello che si dicono.

Annunci

3 commenti

Archiviato in Senza categoria

3 risposte a “

  1. che poi, chiunque è sempre l’extracomunitario di qualcunaltro.

  2. Certo che si vede quello che si vuole vedere…

    Ne vedo di immigrati scortesi, ma mi pare ce ne siano di più cortesi, a occhio.
    Il fatto è che: chissenefrega.

  3. pepper va bene, però mi ha colpito vedere quell’impiegato di solito così gentile e spiritoso diventare tanto sgarbato con un cliente solo perché straniero
    cinas, ma infatti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...