La Pina scappa sempre di casa. Tutte le volte che aprite la porta si infila nel pianerottolo e giù per le scale e tutte le volte vi tocca di rincorrerla, con la paura che in quel momento stia entrando o uscendo qualcuno dal palazzo e lei riesca a scappare in strada. Stamattina addirittura si è infilata in casa della vicina. Del resto pure tu vorresti scappare, se tutta la tua vita fosse concentrata in un appartamento di 80 metri quadrati. Povera micetta agli arresti domiciliari.
Invece tu volevi dire che andare agli eventi, pure quelli noiosi, pure quelli noiosissimi, alla fine non è così male.
Prima di tutto ci hai incontrato una tua insegnante della scuola interpreti. Avete chiacchierato un po’ e ti ha detto: "Mi ricordo benissimo di te! Eri l’unica brava di quel gruppo quell’anno".
Mercoledì sei uscita un po’ prima e te ne sei andata in Feltrinelli. Cercavi un libro, sei uscita con tre. Tutto normale insomma (La novella degli scacchi con il 30% di sconto!). Ieri sei uscita un po’ prima e te ne sei andata a vedere la mostra dei Futuristi al Palazzo delle Stelline, che erano mesi che e per fortuna l’han prorogata. Era tanto, troppo che non andavi a una mostra e ti è piaciuto girare per le sale fresce e silenziose, soffermandoti con calma a sorridere davanti alle parolibere. Ti è piaciuto tanto anche dopo, fermarti da Chocolat per una coppetta gianduia e pistacchio. E intanto pensavi a come a volte capiti di passare per alcune strade dove vai solo per motivazioni speciali e essere lì e non poterle sfruttare quelle motivazioni speciali, perché gli orari non si incastrano, perché non hai prenotato, non hai avvisato, perché no.
Comunque alle sette eri a casa, proprio come quando torni dall’ufficio. Cioè, veramente pure un po’ prima.

Annunci

24 commenti

Archiviato in Senza categoria

24 risposte a “

  1. ginevs

    i gatti hanno manie scappereccie, però con i miei ha sempre funzionato la finta di chiudere la porta e far finta di niente, se la riapri dopo un minutino tornano in casa di corsa. prigionieri sì ma in una gabbia d’oro 🙂
    c’è da dire che abitando al quarto piano il rischio che i gatti arrivino fino in strada è piuttosto remoto.

  2. La mia esce… e torna subito, diq uesti tempi, perché va in cortile, e fa trooooppo caldo adesso.

    (Chocolat? Eri poprio POprio dalle mie parti….)

  3. Ci sono gatti che uscirebbero dai portoni e altri che invece, timorosi, si fermano sulle scale. Il mio era scappato due volte, è stato via due giorni, avevo una paura che non tornasse… Ma è sempre tornato!

  4. Anche la mia quando era cucciola aveva il vizio di scappare (in realtà lo ha fatto fino a grande) adesso ha dodici anni e mi sembra che non ne abbia più voglia: troppa fatica.
    A dire il vero non è che scappino, hanno solo voglia di esplorare poi tornano perché stanno bene con gli umani, vuoi mettere? Cuccia calda, bagno privato, cibo sempre disponibile, nessun obbligo di servizio (eh sì, se un umano adotta un gatto lo sa bene che non può pretendere da lui nulla, non è mica un cane che ti fa la guardia o ti accompagna a cercar funghi o quant’ altro)

  5. lady, la pina è una vera curiosona: qualsiasi cosa apra ci si infila dentro: sportelli, lavastoviglie, porte, porte-finestre…
    pepper: il convegno era in via washington, poi ne ho approfittato per gironzolare
    ginevs, mah, questa scende proprio le scale, non so se poi le vien da risalire 🙂 (noi stiamo al primo oltretutto)

  6. Pandora32

    Sai cosa fa morgan…anche se raramente? esce da casa, gironzola sul pianerottolo eppoi di corsa sale le scale fino al piano di sopra (ne fa solo uno) si siede davanti alla porta corrispondente al mio appartamento …..e miagola…neanche lo stessi strozzando
    🙂

  7. ahahah, pandora, forse dovremmo provare a lasciarla andare (seguendola) per vedere cosa fa, ma di solito la acchiappiamo prima. la scena è la seguente: torniamo insieme, uno dei due apre la porta, l’altro si carica di eventuali pacchetti e sacchetti (questa è la scena della spesa), cosicché l’altro possa acchiappare la fuggitiva per le scale. basta un attimo di distrazione e zac! la pina è già al pianterreno, ieri a momenti entrava in casa di una famiglia che ha il cane. mentre oggi è proprio entrata in casa della vicina accanto, passando dal balcone!

  8. caroline, sì, credo anch’io che in realtà sia solo curiosa e non voglia andarsene, solo che ho paura che finisca in strada e di conseguenza sotto una macchina povera cucciolina

  9. sciroccata

    qui il gatto esce dalla veranda, fa il giro e miagola alla finestra per rientrare.
    lo deve trovare divertente!

  10. Hai ragione, anch’io avevo questo timore, infatti stavamo tutti molto attenti. Te lo dicevo solo perché tu pensi stia in gabbia.

  11. sciroccata, mi sa anche a me 🙂
    caroline, no, quella degli arresti domiciliari era una battuta 🙂

  12. passare per alcune strade dove vai solo per motivazioni speciali e essere lì e non poterle sfruttare quelle motivazioni speciali

    quanto è TRISTEMENTE vera qs casa.

    (fortuna del mio gatto, che può stare in giardino tutto il tempo che vuole!)

  13. erba, sono passata vicino vicino a casa della june ieri, ma erano le due del pomeriggio 😦

  14. ca

    lise sei diventata mamma di una gattina???? 🙂

  15. Mì invece è un cagasotto, una volta ho provato a portarlo fuori dal portone ed è filato di corsa in casa.

  16. pallino di sera esce, va al genio civile. lì c’è un grande giardino incolto, il paradiso dei gatti. quando era un giovane scapestrato è stato via otto giorni otto; avevo tappezzato la città con la sua foto e il mio numero di telefono. ci furono parecchi presunti avvistamenti, ma niente di concreto, poi, dopo otto giorni otto tornò da sé. aveva un buco in testa ed era sudicio e si faceva fare qualsiasi cosa. tipo che potevo pettinarlo, lavarlo, accudirlo, senza sacrificare una mano ai suoi graffi arrabbiati. passata una settimana si era rimesso, passate due ha ripreso ad uscire. all’inizio avevo un po’ paura, però l’idea di costringerlo in casa è peggio – per me. esce verso le otto o le nove e poi, se vado a letto tardi lo chiamo dalla finestra, se vado a letto presto sta fuori fino al mattino. capisco che nella città tentacolare sia più difficile.

  17. anonimo

    scusate, è anmich quella di pallino.

  18. ca, ma l’avevo già scritto! 🙂
    plastic: ahahah, ma magari anche la pina, se aprissimo il portone non scapperebbe lontano, chi lo sa
    miché non so, è vero che la strada davanti a casa nostra è chiusa, ma poi c’è il giardino e la milano-meda, insomma, che venga stirata da un camion è questione di pochissimi minuti

  19. Via Washington è più vicino a casa mia… mentre Chocolat a dove lavoro… la mia attività è concentrata in uno sputo di Milano 😛

  20. Le nostre due gatte sono gemmelle, sai? Anche la mia ieri ha fatto fughina preoccupandoci tutti. Poi tranquilla si è ripresentata a sera per cena…

  21. peppermind, pure la mia, ma in uno sputo meno carino
    lattis, mi sa che tutti i gatti hanno lo spirito esplorativo, però poi la voce del croccantino si fa sentire

  22. Gemelle anche nel senso che sono uguali (ti ho trovata sul tumblr… e c’è anche la mia. Son proprio simili)

  23. ma chi sei su tumblr? così ti aggiungo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...