Vorresti scrivere di come ti sentivi icona gay all’aperitivo del Festival del Cinema Gay e Lesbico, ieri sera, con in una mano un vodka lemon e nell’altra una borsa fucsia di una marca alla moda. Vorresti raccontare di come ti divertivi in mezzo ai tuoi amichetti a fare battute, a guardarti in giro e ripulirti gli occhi con la scusa di cercare un fidanzato per uno di loro.
Vorresti raccontare che il film non era neanche malaccio e che Lily Cole è un’attrice discreta, oltre che bellissima, anche se poi il film durava troppo e alla fine non ne potevi più.
C’era veramente tantissima gente (tutti accorsi a vedere Jude Law che faceva il travestito presumi), tanto che dopo hanno dovuto organizzare una proiezione aggiuntiva per accontentare i moltissimi che erano rimasti fuori. E mentre un tizio sul palco raccontava di questo, qualcuno del pubblico ha strillato: "Il prossimo anno a San Siro!" e il tizio sul palco ha sorriso e ha detto: "Vedremo cosa possiamo fare, ci organizzeremo, chiederemo… se l’anno prossimo saremo ancora qui. Perché c’è ancora un ballottaggio".
Ecco. A te questa è sembrata la cosa più importante di tutta la serata.

Annunci

14 commenti

Archiviato in Senza categoria

14 risposte a “

  1. Pandora32

    sai….come se non bastasse ieri sera pensavo pure a quanto ci vorra’ per l’Italia e gli italiani a “superare” l’era Berlusconi…a rimarginare tutte le ferite che lui ha creato…il senso di intolleranza…quell’idea che qui si puo’ fare e dire tutto x il proprio tornaconto…i media imbavagliati…l’azzeramento delle proposte un minimo culturali in tv….e cosi’ mi sono depressa ancora di piu’

  2. Lise, essere icona gay ha tanti risvolti.
    Resistenza!
    (Pandora, sono d’accordo, sai?)

  3. anonimo

    Io sono andata all’inaugurazione giovedì scorso ed è stato molto carino. C’era un’atmosfera davvero rilassata che da tempo non si respira più a milano. E il film (The way I see things) non era male!
    F

  4. pepper, il risvolto dei pantaloni tipo?
    (io non mi abituo!)
    pandora, lo so, mia madre lo ripete dal ’93, figurati, quando ancora tutti lo prendevano in giro per la discesa in campo. se pensi che l’era non è ancora finita, anzi… 😦

  5. speruma. anche se non ci credo.

  6. F, a me è sembrata la tipica atmosfera da evento culturale milanese, anche al MIFF avevo provato qualcosa di simile qualche anno fa (e in alcuni casi anche al fuori salone, ma non quest’anno). è vero, si stava bene
    cinas, non so, non credo che l’elettorato gay sia sufficiente a spostare l’ago (com’è attuale quella commediola che è “diverso da chi”)

  7. Risvolta d’Adda, Lise.
    Cioé, hai voluto l’icona, ora pedala: devi fungere da faro in periodi bui!

  8. in cambio posso avere una storia con lily cole? (eh, se devo fare l’icona gay-lesbo, almeno voglio scegliermi la partner)

  9. Il bello, una delle poche cose belle, dell’essere icone è che puoi sceglierti la trasgressione che desideri…

  10. (sembro quasi furbo quando dico queste cose, neh?)

  11. Lise, hai visto “Diverso da chi”? Con Argentero?

  12. Perché a me lui piace, ma non credevo potessi andare a vedere un film così… così… Boh, così! 😉

  13. be’, di tanto in tanto anche a me piacciono le cose così 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...