Sabato pomeriggio gironzolavi a Fa’ la cosa giusta alla ricerca di prodotti da forno per il Gruppo d’Acquisto quando ti sei imbattuta nel banchetto di questi piccoli produttori di biscotti. Ti sei fermata a scambiare due parole, senza assaggiare nulla che stranamente non avevi fame. Hai chiesto se facevano le consegne ai GAS*, ti ha risposto di sì e ti ha detto: "Io però non sono competitiva per la colazione, eh" e infatti aveva dei biscotti non comuni, abbastanza costosi, intorno ai 5 euro al pacchetto. E ti ha detto anche che era disponibile a venirvi a trovare e tu le hai risposto che sareste piuttosto andati voi a trovare loro. E la signora ti ha risposto: "Venite, venite. Guardate però che poi io vi faccio lavorare!" e tu hai risposto: "Magari!"
E poi però tornando a casa carica di acquisti ci pensavi, pensavi a Stear che ti prende in giro quando ti metti a fare quintali di biscotti (ultima creatura: frolla di mandorle con marmellata di lamponi, marmellata comprata lì in fiera) e dice che li mette in vendita, pensavi alle amiche che quando ti metti a fare i suddetti quintali di biscotti ti chiedono se stai cercando un’alternativa lavorativa in tempi di crisi.
Avevi sempre pensato che i tuoi biscotti fossero troppo casalinghi per avere un mercato. Invece ora conosci qualcuno che della casalinghità dei suoi biscotti ci ha fatto un mestiere. Ed è strano scoprirlo ora che hai un lavoro sicuro, che non ti lascia tregua e che però ti piace da morire.
Chissà se coi biscotti ci si campa e come. Chissà se sono felici. E tu, lo saresti? Forse no.

* cinas, non ti azzardare!

Annunci

19 commenti

Archiviato in Senza categoria

19 risposte a “

  1. Batchiara

    Cos’e’ un GAS?
    ;D

  2. eddai chiara, non vale 🙂

  3. anonimo

    sai, me lo chiedo anch’io, e spesso…
    Meb

  4. Io ieri ho visto anche lo stand delle simpatiche signore che stanno per aprire un’attività di catering e fanno pure corsi dove insegnano a fare il pane. Tanta meraviglia… e nonostante non mi sia mai cimentata in attività del genere, tanta ammirazione. Brava Lise! Magari in piccole occasioni, tipo mercatini cose così potresti buttarti nella vendita, no? E’ bello condividere con gli altri i propri talenti, soprattutto se culinari 🙂

  5. ele, non so, ho due problemi: uno che non arrivo mai a cucinare abbastanza da vendere (insomma, bisogna proprio farne tanti) e poi mi magno tutto! 🙂

  6. Davvero il tuo lavoro ti piace da morire?
    Io invece sarei più felice a campare facendo biscotti, su questo non ho dubbio alcuno.

  7. lady, sì, nonostante tutto, mi piace moltissimo. anche se ho il panico. ma penso che se campassi facendo biscotti avrei altri tipi di panico: il panico di non arrivare a fine mese per esempio. oppure della gestione della contabilità. e poi temo che non sarebbe più un hobby, ma un lavoro con tutti i corollari del caso

  8. credo che il panico di non arrivare a fine mese sia molto seccante.

  9. fare dei biscotti un lavoro ,credo anch’io, leverebbe spontaneità e creatività alla tua opera.
    trattasi del cosidetto “ozio creativo” così come lo definisce il sociologo De Masi.

  10. no ma poi, ieri ho fatto dei biscotti con la farina di riso e li ho bruciati, li ho dovuti buttare. e comunque anche se non li avessi bruciati sarebbero stati cattivissimi: ho assaggiato l’impasto e sapeva di sabbia. vi par cosa da viverci questa?

  11. Ansia da ine mese, sì.
    Ma anche goduria del creatore (check!).

    Comunque che gola che ho della tua ultima creazione…

  12. io sarei molto più felice a fare biscotti, di sicuro. Se solo fossi capace:-)

  13. edi

    penso che tu faccia bene a tenerlo come hobby. Ove diventasse un lavoro ti creerebbe le paturnie (contabilità, appunto, etc etc).

    è impagabile avere un lavoro che si ama, ma è altrettanto impagabile avere un lavoro che venerdì pomeriggio finisce e, soprattutto, rimane chiuso in ufficio fino al lunedì successivo.

    (a me non succede sempre, ecco)

  14. Pandora32

    Ciao Lise, e’ quello che succede a me quando penso alle mie collanine, ai pupazzetti e alle spille in feltro….pero’ forse ci appassiona cosi tanto anche perche’ e’ un hobby, no?

  15. pandora, mi sa proprio di sì 🙂
    edi, guarda, ho appena scoperto che venerdì prossimo, di sera, devo accompagnare il nostro presidente a un evento di confindustria. immaginati l’entusiasmo 😦
    peppermind, ma sono orrendi biscotti bruciati, non puoi averne gola, credo siano una delle cose più schifose che ho mai fatto da mangiare (e giuro che di cose schifose ne ho fatte…)

  16. OH, adesso che parlare e straparlare di crisi tira, anche i giornalisti del tiggì hanno scoperto i GAS. Lise, presto non te lo chiederà più nessuno cosa sono perché diventerà trendy e tu sarai stata avantissimo sui tempi 😀

  17. io volevo chiedere una cosa ma non oso e sto in un angolino zitto zitto.

  18. Lise, io alla frase “frolla di mandorle con marmellata di lamponi”, ho iniziato a sbavare…
    I biscotti di riso li ho saltati con l’agilità di uno Lewis… sarà che sono in astinenza da dolci da Dicembre, e se sento parole a “essi” collegate, ho delle reazioni pavloviane…

  19. ah peppermind, ok, allora va bene (in effetti queli sono venuti buoni e penso che li rifarò)
    vì: io non seguo le tendenze, io le tendenze LE CREO 🙂
    cinas, ecco, bravo, altrimenti le prendi
    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...