Camminando passi davanti a un cartellone con la scrita INQUINAMENO. Sotto, più in piccolo c’è scritto: "Se hai letto inquinamenTo non conosci l’impegno di Regione Lombardia".
"Più che altro non lo vedo" pensi mentre accanto a te romba un macchinone con quattro marmitte che per la ripartenza in sgommata al semaforo deve aver lasciato giù un pieno di benzina.
Poi senti che il Governo italiano si è fatto promotore di un rallentamento dell’agenda sul clima presso l’Unione Europea causa crisi economica. E ti infuri.
Vorresti che tutti i membri del Governo camminassero quotidianamente nella via che percorri per andare in ufficio. Chissà poi se si ricrederebbero, loro che possono andare a respirare nelle ville in campagna.
Ma la verità è che l’emergenza ambientale non può più aspettare, da almeno vent’anni. Solo venerdì parlavi di sostenibilità, evidentemente come un profeta nel deserto.
Trascurare l’emergenza ambientale non significa rilanciare, ma affossare l’economia. Ecco alcuni esempi banalissimi non a lungo, ma a medio termine.
L’investimento nel fotovoltaico si ripaga mediamente in 7 anni. Non sono molti, utilizzare fonti di energia rinnovabili significherebbe diventare indipendenti dal petrolio per sempre (per sempre!) in modo pulito, permanente e gratuito.
Inquinamento significa aumento delle malattie alle vie respiratorie. Se non si vuole pensare ai costi sociali (che gliene frega ai governanti finché non li tocca di persona?) si pensi almeno al costo che queste malattie provocano sul sistema sanitario nazionale.
Infine, i cambiamenti climatici affliggono soprattutto il Sud del mondo causando carestie, conflitti, emigrazione di massa. Proprio gli orgogliosi propugnatori della razza settentrionale (?) dovrebbero capirlo per primi, scendere da quei ridicoli suv e andare di corsa a informarsi per l’acquisto di una macchina ibrida.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

0 risposte a “

  1. io vorrei che tutti i membri di questo governo camminassero. genericamente detto.
    (scusa ma la maiuscola su governo non riesco proprio a metterla)

  2. “Inquina meno” cos’è, un imperativo? Una terza persona singolare, intesa come proposito? Bravi i pubblicitari della Regione Lombardia. Nella prossima puntata però ci diranno anche il “come”?

  3. oltra com’è vero, però se camminassero in certe zone sarebbe pure meglio
    canto: sembrava scritto come un sostantivo, poi c’era un link che però non mi sono scritta, magari ci sono dei suggerimenti o delle cose che hanno fatto per ridurre l’inquinamento non lo so

  4. anonimo

    Non sono parte dell’Esecutivo del Pirellone, vivo all’estero (ho votato con i piedi…).

    Ma ecco, puntuale il link:

    http://www.ambiente.regione.lombardia.it/webqa/pagine.php?num_sez=1&num_tema=68&num_pag=893

    condiviso il tuo post al 100%.

    Alessandro

  5. l’irritazione e non solo di gola viene anche a me, Lise

  6. il fatto è che dovremmo cambiare se non tutto, molto.

    a questo governo non gliene può fregare di meno e anche a chi l’ha votato.

  7. cinas, se non cambiamo siamo destinati a soccombere. questo il governo e chi l’ha votato dovrebbero capirlo
    cri: eh. ci siamo capite

  8. C’è anche un altro manifesto da spavento in giro. E’ la pubblicità di un SUV e dice più o meno

    SE QUEST’AUTO DA FASTIDIO AL TUO VICINO, ALLORA ABBIAMO FATTO UN BUON LAVORO

    I brividi, proprio.

  9. siamo troppi sul pianeta. Cominciamo dal parlamento a sfoltire?

  10. …poi c’è il ministro dell’ambiente che ci sta facendo fare una gran bella figura in Europa. già perchè debbo ricordarmi che con il Berlusca l’Italia diventa filo americana. ma siamo in buona compagnia! con l’Albania e la Polonia. a me vien da piangere, non so a voi.

  11. metro: sì, han fatto un buon lavoro, perché il vicino imbufalito ti ammazza e così ha liberato il mondo da un cretino 😦
    (ma i pubblicitari cosa ci hanno nel cervello oltre ai fumi di scarico?)
    estate: presto, cominciamo da ora!
    ossi: peccato che l’america si stia dando da fare più di noi. poi appunto, mi dicevo: ma facciamo parte del gruppo dei paesi che vogliono frenare il miglioramento climatico? ma quelli, con tutto il rispetto sono paesi che hanno cominciato l’attività capitalistica negli anni novanta, cioè quarant’anni almeno dopo di noi!

  12. ama il pianeta, non riprodurti!
    (eeeh, che ideone questa ragazzetta qui!)

  13. june, non temere, non mi riproduco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...