I social network oggi (dove per oggi si intende deitticamente il 15 ottobre 2008)
Stamattina hai ricevuto due telefonate al numero dell’ufficio (in realtà più di due, ma non è che bisogna fare tanto i pignoli). La prima era di una tizia inglese che ha esordito chiamandoti con il nome di battesimo, dicendo che aveva trovato il tuo nome su Linkedin, che cercava una posizione come la tua precedente per l’azienda tal dei tali, se volevi fare un colloquio. Ora, a parte che tu avevi lasciato la tua precedente posizione perché detestavi il lavoro, chi ha detto a questa tizia che eri disponibile a ricevere telefonate in ufficio? Chi le ha dato il tuo numero di telefono? Non sarebbe stato più educato e meno invasivo usare Linkedin per trasmetterti la sua comunicazione? Cosa direbbe Francesco Pizzetti se lo sapesse?
La seconda telefonata era di Meg, per dirti che si era iscritta a Facebook e aveva cercato le vostre vecchie compagne di classe. La prima che ha recuperato pareva un travestito e nella casella "è interessata a" aveva messo la dicitura "uomini". La seconda invece era una vostra amichetta deliziosa che vi spiaceva tanto aver perso di vista e che progettate di rivedere. La terza infine non era una compagna, ma una prof. che alle superiori pareva un armadio quattro stagioni e nella foto sul profilo un’attrice. Si sarà ritoccata lei o avrà solo ritoccato la foto?

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

0 risposte a “

  1. Chi può dirlo? Comunque dubito che organizzerete un aperitivo con lei per scoprirlo, o no? 🙂

    A me, tra gli altri, ha scritto un giovane feticista dei piedi. Colpa mia e delle mie solite foto!

  2. con la prof no di sicuro, anche se era un’ottima insegnante
    ma te lady, sei una svergognata! 🙂

  3. proprio in quest’ultimo periodo sto dando uno sguardo a facebook alla ricerca di persone che conosco, ma non credo che mi iscriverò.

  4. ginevs

    quella dell’essere chiamati sul posto di lavoro in effetti è un po’ inquietante, soprattutto se non si è dato il numero. c’è gente strana in giro

  5. io ci sono su feisbuk ma non lo uso. però ho una bella foto. (vera! dell’anno scorso)
    e non so come mai ma non trovo nessuno della mia classe.

  6. e guadgnio 65748 punti per avere usato “deitticamente”

  7. ahahah cinas, mi stimo tutta
    ossi: ma infatti, poi con la mia amica al telefono di quell’altra dicevamo: “non è mai stata carina”, “sì, ma adesso è peggiorata”, non sopporterei che le mie ex compagne dicessero lo stesso di me

  8. Io pagherei per essere chiamata a fare un colloquio di lavoro e chi se ne frega chi ha dato il mio numero.

  9. caroline, sul tuo numero d’ufficio? al quale se magari sei in bagno risponde un’altra persona?

  10. Be’, se risponde la collega dirà che non sei al tuo posto al momento e si spera che chi chiama abbia la delicatezza e l’intelligenza di non spiegare il motivo della telefonata.
    E comunque, me ne fregherei, sarei ben contenta se qua dentro sapessero che mi cercano per fare dei colloqui.
    Oggi, sono particolarmente stufa del mio lavoro si nota?

  11. per carità, ma non ti pare comunque una mossa indelicata?

  12. ma scusa, feisbuc per procura?
    (rido, iscriviti dai, non fare la snobbona e non rispondermi che blablabla;)

  13. no, no e no! se poi mi vedono le mie compagne di scuola e pensano: “va’ com’è peggiorata la lise, già non era carina allora!”
    🙂
    (poi, ora che ci ho il facebook telefonico con la mia amica, che mi iscrivo a fare?)

  14. Lise, giuro che te la ritocco io e sarai al top dei top, esattamente come vuoi vederti!!! 😉

  15. ma voi siete delle sirene tentatrici, ahahah

  16. ma ci sei già– vista la foto di noi tre che ho messo lì!

  17. va be’, ma mica mi possono cercare col mio nome, sarò sotto il tuo, che ne sanno loro di te? 🙂

  18. Batchiara

    Ehm ehm.. lo so che basterebbe un dizionario,maaaa.. che vuol dire “deitticamente”?

  19. chiara, potrei dirti che è tutto spiegato nella colonna di destra, ma:
    “Deissi, deittico
    Vi sono parole (dette anche indicali) la cui interpretazione richiede informazioni sulla situazione in cui sono state prodotte. Tali parole si riferiscono al tempo in cui il testo viene prodotto (oggi, domani, l’anno scorso, …), agli interlocutori (io, tu, noi, …) e alla loro collocazione spaziale (questo, quello, laggiù, qui). Il tipo di riferimento associato a queste parole è detto ‘deissi’.”
    fonte: http://www.mfn.unipmn.it/~pferrari/Seminario/Glossario.pdf

  20. ecco. esatto. le amiche vikinghe…

  21. io desidero fortemente sentire la parola “facebook” scollegata da “cercare i compagni di scuola”. La frase che mi viene detta (e che sento) più spesso è “Ma pensa, ho trovato i miei compagni di scuola e gli ho mandato la richiesta di amicizia!” wow.
    io, che non sono iscritta e non credo lo farò, il primo che ero andata a vedere se fosse iscritto era Berlusconi, pensa te. :/
    Poi è ovvio che sono curiosa come una scimmia e cercherei anche tutte le persone che conosco passate e presenti, ma preferisco farlo nell’anonimato. 🙂

  22. anonimo

    Viva Faccialibro, anche se dopo un po’ stufa (fa perdere tempo, sostanzialmente)

    Anche io mi son dovuto documentare sul “Deitticamente”

    Alessandro

    La deissi (dal greco deîksis, derivato da deíknymi, «indicare») è una funzione linguistica che serve a collocare un enunciato in una situazione nello spazio e nel tempo, ovvero a collegare il testo al contesto. Il concetto di deissi fa riferimento a espressioni linguistiche la cui interpretazione è possibile solo grazie al contesto in cui vengono prodotte: in genere le informazioni contestuali richieste riguardano l’identità dei partecipanti alla conversazione e la loro collocazione spaziotemporale.

    In italiano la deissi viene espressa principalmente con i dimostrativi (come questo e quello), con i pronomi, avverbi di tempo e luogo ( come adesso, ieri, qui, là) e con il tempo verbale. Una frase come «Ieri ho portato questo pacco da qui a là» è strettamente collegata alla situazione spazio-temporale in cui viene pronunciata, in quanto le parole ieri, questo, qui, là (chiamate appunto parole deittiche) non sono comprensibili se non si tiene conto del giorno in cui si è, dell’oggetto che si indica, del luogo in cui ci si trova e del luogo dove è stato portato l’oggetto.

  23. prima tutti a dire che palle le cene di classe, ora facebook.

    io sono ancora al livello Che Palle le cene di classe, per cui niente facebook.

  24. scusa alessandro, ma perché, la spiegazione che avevo messo io non era chiara?
    canto, rafaeli: anch’io che palle le cene di classe e chi se ne frega dei compagni di classe

  25. Feisbuk resuscita i morti!!!Io ho trovato di tutto!!Però è una figata farsi i cazzi degli altri!

  26. io non faccio una cena di classe dal 15/18 e non mi mancano affatto!

  27. oh, io non trovon nessuno del passato. ho amici feisbukiani del tutto sovrapposti agli attuali, in carne e ossa o in pixel che siano.

  28. sciroccata, io pure credo l’ultima di averla fatta nello scorso millennio e per fortuna 🙂
    (ad esclusione di Meg e Drew che erano in classe con me alle superiori e che vedo regolarmente con piacere)
    emme: non li trovi o non li cerchi? 🙂

  29. uhm. in effetti, non è che mi sforzi troppo, però di quelli che ho cercato non ho trovato traccia.

    (sarà l’inconscio?)

  30. Batchiara

    lise, dalla tua spiegazione non avevo capito un’acca, ma son limiti miei: ero sul punto di chiedere un disegnino esplicativo.

    Su faccialibro la cosa migliore sono i giochini scemi (io ed erba ci massacriamo di “send falafel” o “superpoke”) e i quiz. E poi la cosa divertente e’ trovare i vecchi morosi e pensare “ammazza quanto e’ ancora figo” o “ammazza, me pare mi nonno! me la son scampata bella!”

  31. e invece dalla spiegazione di alessandro ti pareva più chiaro? io non ho postato quella perché per me non si capiva niente!

  32. una prof. che alle superiori pareva un armadio quattro stagioni
    😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...