Alla fiera dell’Eire
C’è la fiera dell’immobiliare in questi giorni a Milano, l’apertura era ieri, sei dovuta andare a presidiare lo stand. Ti aspettavi gente seria, cravattoni da agenzia, poche donne in doppiopetto. C’era solo la gente seria. E poi gente meno seria e un sacco di donnine poco vestite e con addosso un cartellino del prezzo più o meno visibile. In mezzo a tutto questo diventava quasi inverosimile parlare davvero di immobili, però è successo.
La morale della favola di tutti questi eventi comunque è sempre: dannato catering malandrino.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

0 risposte a “

  1. Era a buffet? Se così fosse, sai, vero, cosa avrei fatto io? 😉

  2. Ah, catering, vergogna delle genti! 😉

  3. io perdo il controllo davanti al catering, vengono fuori tutti gli istinti animali che dimorano in me.

  4. allora, era che avevamo lo stand vuoto (ieri non c’era molta gente in fiera) e siccome ci annoiavamo ci siamo seduti tutti a chiacchierare sugli sgabelli davanti al bancone, col signore del catering che continuava a tirar fuori meraviglie ogni cinque minuti. mica potevamo lasciarle lì sole e abbandonate, vero?

  5. mi fai sbavar di desiderio…

  6. erba, tu non hai nemmeno visto i pasticcini con le ciliegie!

  7. io odio i buffet! ogni volta che ne vedo uno rimango assolutamente a digiuno. farmi spintonare e sgomitare (come spesso avviene, giacchè sono piccoletta), per una pizzetta, proprio non ce la posso fare!

  8. ma chi spintonava? noi eravamo in tre, bastava solo allungare la mano verso il vassoietto

  9. ginevs

    che meraviglia per un catering così comodo ci metterei la firma. 🙂

  10. si, così si… ma in genere! 😦

  11. sì, il guaio è che mi sono ingozzata di carboidrati e stamattina mi sono svegliata che avevo ancora la pancia piena

  12. Tsè! Non mi meritate, altroché (meglio per voi)!

  13. all’ultimo congresso fatto incetta di certi muffin al cioccolato saltellando da un tavolo all’altro come un bambino, che la collega voleva andare a pisciare e io ho detto Stai Ferma che adesso arrivano i muffin ho avuto la soffiata dal cameriere, poi infatti non è andata a pisciare e ci siamo ingollati fino alla morte.

    c’era un libro di De Marchi che parlava dei catering, non ricordo il titolo. Era ambientato a Milano.

  14. e poptevi dirlo, che si veniva vestiti da gente seria ad abbuffarci.

  15. tutto un libro sui catering? si salvi chi può
    cinas, il biglietto di ingresso costa 300 euro, se pensi che valga la pena fai ancora in tempo oggi e domani

  16. ah, ecco, non so. vedo se me lo paga la banca.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...