Una volta, quando si parlava di una qualsiasi canzone, per far capire quale fosse, si diceva: "Quella col video così e cosà". Chissà se si usa ancora. Tu, che MTV non l’hai mai guardato, non sei mai riuscita a partecipare a quel genere di conversazioni.
Stai cominciando a pensare di possedere un televisore con delle funzioni rivoluzionarie. Per esempio sul telecomando hai un tasto rosso con un cerchio dentro: quel tasto lì serve a spegnere il televisore. Poi, sul televisore stesso, hai un altro tasto che serve per spegnere anche la lucina rossa dello stand-by.
Quei tasti lì, non sei mica sicura che ce li abbiano tutti. Questo dubbio ti è venuto ieri, sentendo il seguente dialogo attraverso la sottile parete che separa il tuo ufficio da quello amministrativo.
Collega1: "Stasera c’è la finale di Amici!"
SuoCapo: "Ah, complimenti, e il Grande Fratello?"
C1: "Quello l’ho visto ieri sera"
SC: "Ma che bei programmi che ti guardi"
C1: "Eh, vabbe’, per forza, non danno mai dei film decenti"
E’ vero. Guardi il palinsesto televisivo tutte le sere, prima di decidere di fare qualsiasi altra cosa. Ma forse il televisore di Collega1 non si spegne, per quello che è costretta a guardarlo per forza, invece di fare qualsiasi altra cosa, tipo uscire a comprarsi un gelato, fare un cruciverba, noleggiare un dvd, chiamare un’amica, ascoltare la radio o un cd, preparare un dolce, leggere (mioddio) un libro.
Perché semplicemente non hanno il coraggio di ammettere che guardano quei programmi perché gli piacciono? E’ così difficile avere il coraggio delle proprie scelte? E se si vergognano, perché lo fanno?
Ma peggio ancora sono quelli che dichiarano di non guardarli, ma poi sanno tutto dei personaggi che vi partecipano: come si chiamano, chi ha fatto cosa, chi è uscito dalla Casa (tu esci di casa tutte le mattine, a volte perfino di sera e allora?). E si difendono sostenendo che "non è possibile non saperlo perché ne parlano anche in altri programmi".
Sì, che è possibile non saperlo. Tu per esempio di queste cose non sai niente. Non hai mai saputo niente, di nessuna edizione di nessun reality. Tutto grazie al meraviglioso tastino rosso sul telecomando, che forse alcune persone non hanno ancora imparato a schiacciare.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

0 risposte a “

  1. io il televisore ce l’ho spento e senza puntino luminoso da anni.
    lo accendo solo per guardare programmi che mi interessanto (cioè, per guardare report).
    quando lavoravo nella meringa, a como, ero sistematicametne tagliata fuori dai discorsi, e quando le reality-dipendenti commentavano la puntata della sera precedente io mi sentivo molto fortunata e loro estremamente incredule al mio essere impenetrata dal tubo catodico.
    (vabbè, loro si vestivano a strati di pizzi, di tulle e di balze, nei colori bon bon, e quando dicevo “a me quel vestito non piace” mi rispondevano “no, è che non te lo puoi permettere”. L’idea di un tubino nero con le ballerine per loro era concreta come una particella substomica).

  2. ma yuki, loro vedi han comprato un televisore che non si spegne e così han risparmiato e si sono potute permettere un bel vestitino a strati di pizzo pastello
    (il mio proposito del suicidio in palestro prende ogni giorno più piede)

  3. è possibilissimo.
    siamo tanti, per fortuna:)

  4. Io ho seguito la prima edizione del Grande Fratello.
    Tutte quelle di Music Farm che ora non fanno più.
    E anche quest’anno ho cercato di guardare l’appuntamento quotidiano con il riassunto dell’Isola dei Famosi (la puntata serale settimanale non ci riesco).
    Poi guardo Doctor House, guardavo Desperate Housewife, tutte le 8 serie della prima Squadra.
    Ah sì, seguo dall’inizio Un posto al sole.
    Poi se magari ogni tanto mi regalano in tv un film di Kubrick o di Bertolucci sono contento (leggere, a parte le letture per lavoro, ho smesso 3 anni fa e non credo ricomincerò tanto presto).

  5. beh, io per un tempo lunghissimo della mia vita (quando scrivevo la tesi a casa) pranzavo alle 2.10 per guardarmi centomerdine. e per un sacco di tempo ho cenato con un posto al sole. (non cito le varei dipendenze da satc, grey’s, desperate, dr. house, etc…quella è alta televisione).
    centomerdine, soprattutto era perfetto – q

  6. Nemmeno io so niente nè di amici, nè del grande fratello. anzi, del grande fratello qualcosa so “grazie” a “mai dire grande fratello” che mi fa un sacco ridere. ma niente di più. però so tutto di Beautiful. e ho imparato a non vergognarmene… poi guardo le casalinghe disperate, Lost, una mamma per amica, sex and the city (dvd fino all’attesissima versione cinema) e quasi tutte le sit-com americane “Da George e Mildred” in avanti.
    la tv per me è un lexotan. almeno per quei programmi. per il resto sto smettendo di guardare tutto il resto, telegiornali compresi. non faccio altro che piangere mentre li guardo, che ho pensato di poter fare a meno per un pò!

  7. (ho schiacciato invio troppo presto). dicevo, centomerdine era perfetto, staccavo il cervello per mezzora, e poi potevo anchge guardarlo solo il venerdì, tanto è lì che succede tutto. adesso che non son mai a casa a pranzo un po’ mi manca.
    per tutto il resto, condivido. di solito ho il pc che va su quanche siocca serie – tipo quando lavo i piatti, ceno, cucino – o faccio altre cose. esco, leggo, telefono, scrivo, lavoro.

  8. ammetto che il grande fratello lo vedo nei pomeriggi che stiro, però per quanto riguarda tutti gli altri programmi serali trash, ho una grande fortuna vado a letto alle 21, leggo un libro fino alle 21 30 e poi sprofondo nel sonno, il che potrebbe sembrare più triste rispetto al vedere robaccia in tv.
    piuttosto ho un grande problema, ho acquistato un telvisore che non si spenge mai, è incredibile si parla tanto di consumo intelligente ma si producono televisori che rimangono sempre in stand by, io sta cosa non la sapevo e l’ho acquistato dando per scontato che un telvisore come si accende si può spengere, e invece niente. a voglia a cercare tastini, a guardare dietro la tv, la lucetta rossa come un grande fratello rimane lì ad osservarmi fissa e immutabile.

  9. ossimoro, passa alle maniere dratiche: togli la spina!
    in fondo è solo un elettrodomestico, come un aspirapolvere.

  10. ossi, io ho il lettore dvd che non spegne la lucetta e infatti tengo la spina staccata (tra l’altro ho una presa molto pericolante, prima o poi tra attacca e stacca resto fulminata)
    e comunque non c’è niente di male ad andare a dormire alle 9.30, a volte io pure lo vorrei fare, invece di spegnere la luce a mezzanotte che poi la mattina mi maledico perché ho sonno
    per tutti gli altri: io non voglio dire che la televisione è il male tout-court. ci sono cose buone e cose cattive. trovo solo patetico dire che si sono guardate le cose brutte perché non c’era niente di buono, perché c’è tutto un mondo oltre la tv

  11. si infatti lo devo fare anche perchè quella lucetta mi sta dando ai nervi

  12. VeraChicca

    io ADORO i gossip su E -news, il red carpet e le star fighissime che dicono “I’m Nicole Kidman, for Chanel”.
    Adoro la sana superficialità di quei canali.
    Poi mi butterei anch’io sotto la metro: I’m VeraChicca, I feel very Gina today and I’m late.

  13. vera, una cosa è essere superficiali, un’altra è essere cretini. e poi avrei apprezzato se la collega avesse detto: “Sì, mi piace amici, i ballerini sono proprio bravi” (per esempio), invece di difendersi con la scarsa qualità del palinsesto

  14. io ho seguito un po’ la prima edizione e mi ero divertito un sacco. poi basta. ma io ogni tanto seguo anche le televendite artistiche o di coltelli che tagliano benissimo, per qualche minuto. poi mi annoia.
    ecco, il problema è che dopo dieci minuti quasi qualsiasi programma mi annoia.

  15. cinas, le televendite sono meravigliose! io ne ricordo una di un meterasso gonfiabile che se ci penso quando sono triste mi torna il buonumore. e poi non durano mai più di dieci minuti di solito e sono fantastici argomenti per le cene con gli amici. ho deciso che domenica mattina mi alzerò presto e ne guarderò un po’ sulle reti locali 🙂

  16. io ricordo uno che vendeva un binocolo “ad effetti ottici”. meraviglioso.

  17. Lise quella televendita del materasso gonfiabile fa morire del ridere anche me!
    Ricordo che la raccontai ai miei colleghi durante una pausa pranzo e tutti poi volevano vederla.
    Detto questo a me la tv piace, cioè mi piacciono le serie americane e i film e poi i documentari (vorrei che a Minoli venisse dedicato un intero canale e non solo un’ora nel palinsesto).

  18. caroline è quello della persona che dorme con accanto una foca, vero? oddio, so già che riderò tutto il pomeriggio.
    la tv non è il male, come dicevo. ad esempio a me non piace il dr. house, ma se uno mi dice che se lo guarda sempre e non si perde una puntata io non penso che è un demente.

  19. non studio, non lavoro, non guardo la tv, non vado al cinema e non faccio sport

    A parte le canzoni, io la televisione la guardo solo a pranzo quando sono dai miei.

  20. che cmq ieri c’era csi, che è meglio di amicici.

  21. il mio preferito è quello che elimina anche la lucina rossa dello stand-by.. così oltre a non instupidirsi guardando la tv, si riduce il consumo energetico, dal momento che anche lo stato stand-by assorbe corrente! 🙂

  22. Massì e poi c’è quella scena in cui lei dorme su un fianco e lui al che sta leggendo al che si mette a fare le capriole come se fosse affetto dal ballo di San Vito. Questo per dimostrare che il materasso è stabile e non ha vibrazioni. Rido con le lacrime.

  23. è vero, quella che dorme e il tipo che fa le capriole, come se fosse una cosa quotidiana!
    elo: io di solito mi alzo e la lucina la spengo a mano 🙂
    erba: a me non piace neanche csi, perciò mi sono letta le ricette di starbene con la verdura di stagione a km 0

  24. Astraendo dall’oggetto della tua riflessione, anche per me è abbastanza irritante che, spesso per noia o per conformismo, molte persone (la maggior parte?) si comportino come se si trovassero di fronte a scelte obbligate, solo perchè incapaci di considerare lo spettro reale delle possibilità a loro disposizione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...