Non dormire abbastanza è pericolosissimo. Ieri sera per esempio avresti voluto rimanertene a casa in pigiama, accucciata sotto il piumone a sfogliare il già citato Internazionale e anche (sacro e profano!) l’ultimo numero di Elle trovato gioiosamente dentro la casella della posta e poi andare a dormire presto, invece di uscire come sempre con la Wonder. Col risultato che poi per strada blateravi tra te e te di scontentezze varie e mischiate tra di loro, come il corso sulla 231 della prossima settimana che non vuoi fare (e poi l’hai già fatto!) fino a dire che basta, tra te e Stear deve finire, che non ci vai a vivere con lui, che gli devi restituire l’anello e varie altre baggianate su questo tenore. Perché? Senza perché. Comunque a fine serata, anche se avevi l’occhio pallatissimo avevi recuperato il buon senso e il buonumore e se qualcuno passando di qui si sentisse di commentare che se scrivi queste cose significa che Stear non lo ami davvero, be’, quel commentatore si consideri già spernacchiato.
Il corso sulla 231 invece continui a non volerlo proprio fare.
Un’altra cosa pericolosissima è fare un giro al piano ammezzato della Rinascente, un posto pieno di oggetti del maligno che lanciano sortilegi atti a risvegliare la consumatrice forsennata che è in te. Sortilegi che funzionano benissimo. Tanto che mentre gironzolavi ti sei imbattuta nel corner di YSL e nella Muse classica, di media misura, che pareva proprio perfetta per te, lì sullo scaffale, poverina tutta sola (non è vero: la commessa del corner non la perdeva di vista un attimo), che ti sei dovuta fermare a guardarla e accarezzarla per un po’ prima di venire via e di pensare a quanti e quali sacrifici dovresti fare per potertela permettere. Lo dicevi sì che questi sortilegi funzionano benissimo, ma non è che poi tu non sappia quanti soldi hai sul conto corrente e se puoi permetterti una certa borsa oppure no.
Comunque stamattina Stear ti parlava del preventivo della cucina che avete scelto e dei piccoli ritocchi che porteranno ad un aumento di prezzo, conversazione che ti ha fatto subito accantonare il desiderio della Muse. Contrariamente a quanto potrebbe pensare il già spernacchiato commentatore di cui sopra, no, in questo caso non hai riconsiderato di chiudere la relazione. Anzi.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

0 risposte a “

  1. allora il 9 p.v. si fa un salto anche in Rinascente. Con l’occasione, se vuoi, il corso sulla 231 te lo faccio mentre gironzoliamo mirando oggetti del desiderio e bevendo un caffè 🙂

  2. ma la muse è sempre in catalogo- quindi potrai prenderla anche in un secondo momento:)
    (io non vedo l’ora di inaugurare la borsa bellissima regalo di natale che sta a roma!)

  3. dea: allora dillo che mi odi! 🙂
    alja: borsa nuova, regalo di natale? voglio tutti i dettagli!

  4. è una borsa verde di kate spade, arrivata dall’inghilterra- visto che in italia non si trovano. nuova collezione, delicatina ma bella. prossimamente su questi schermi:)

  5. VeraChicca

    letta la parte su Stear, ho ghignato con la spocchia di chi c’è già passato, perdonami.
    PERDONAMI!!!
    Non per diffidenza vs di voi, ANZI, il contrario.
    Voglio un premio per la mia buona fede nei tuoi confronti.

  6. no, pensavo di farti piacere 😛
    vabbè, niente lezione, ma la Rinascente sì!!

  7. maddai, suvvia, questi sono pensieri sani. diffidare di chi non dubita, diffidare.
    (e spernacchiare!)

  8. Il piano ammezzato della Rinascente, stavolta non mi è sembrato pieno di meraviglie scontate come l’estate scorsa. Ci sono entrata di nuovo domenica pomeriggio, ma non sentivo sirene, richiami, niente di niente… Strano! Questa stagione non ho avuto una borsa preferita, tutto qui.
    Son salita alla 6° (biancheria, per uscirne “solo” con 3 slip) e poi sono scappata, che forse il piano di abbigliamento casual firmato (quello si) mi avrebbe fatto combinare qualche irrimediabile guaio… 🙂

    Quanto al preventivo per la cucina… quelle son cose che durano un bel po’, a volte anche una vita, quindi l’investimento vale. Da YSL non accettano pagamenti a rate? 😀

  9. ahahah, lady, forse alla commessa potevo chiedere, chissà, un leasing, anche la muse del resto è un investimento per tutta la vita!
    emme: ma lo volevo proprio mollare, sono stata convintissima per tutto il pezzo di strada a piedi (una psicopatica, guarda)
    dea: certo, la rinascente sì, la 231 NO 🙂

  10. Posso chiederti perchè non ti va di andare a conviverci?

  11. da quando recoba è andato al toro, l’internazionale non lo leggo più.
    complimenti per il brillocco, comunque!

  12. sulla 231 so tutto. davvero.
    e impongo corsi a tappeto non solo in autoistruzione ma anche in aula.

    se vuoi un corso personalizzato, con qualcuno che ti tiene ferma e io che con voce stentorea declamo i vari reati, si può fare.

  13. bodyyyyyyyyy! non puoi sparire e apparire così ogni sei mesi: nell’assenza TU MI MANCHI
    santamargherita: non è che magari c’è qualcosa che ti sfugge del post?
    cinas: quindi sarai tu a farci il corso la settimana prossima? ma perché tutti vogliono farmi fare quel corso? è una roba noiosissima, lo so IO L’HO GIA’ FATTO, NON MI SERVE
    😦

  14. i pensieri su stear mi hanno fatto sentire meno sola: a volte ho anch’io impulsi decisi di finestoria e dopo poco mi do dell’imbecille. Lo voglio essere per altri motivi! 🙂

  15. Riletto, immagino si trattasse di un momento di quelli………io personalmente quando capitano a me li chiamo “down”.

  16. tesoro, credimi: era meglio che non mi vedessi in questi ultimi 6 mesi..

  17. In effetti, noto che il buonumore è tornato col botto!
    Maaaa…Relatività Generale o Ristretta? 😀

  18. santa: io li chiamo i momenti in cui una borsa è meglio di un uomo 🙂
    ma poi passano eh
    canto: maddai, io pure pensavo di essere l’unica isterica

  19. body, ma almeno avrei voluto leggere i tuoi post :*
    ubi: abbondiamo, entrambe!

  20. Io continuo ad avere problemi con Agent Provocateur: nemmeno con i saldi mi potevo permettere qualcosa. Uffa.

  21. lulu, io mi compro solo mutande di intimissimi in saldo, oppure dell’oviesse a prezzo pieno, ma più raramente

  22. io ‘sto feticismo delle borse non lo capirò mai. sei già full della neverfull?

  23. oh no, oltra, giammai! io e la mia neverfull ci amiamo del più tenero amore. ma io posso essere fedele solo a un uomo, non anche a una borsa, perciò me ne occorre più di una per soddisfare le mie molteplici personalità
    🙂

  24. come come come ti capisco!
    sto passando le stesse tue situazioni e sensazioni.
    Ho un ragazzo che sta cercando casa, in realtà la starebbe cercando per noi però non riesco a sentirla mia, in fondo ho la spiacevole sensazione che non lo sarà mai la ‘mia’ casa. Eppure gli voglio bene. Eppure non ho il bisogno di mettere in piedi qlcs assieme.

  25. LULU, agent provocateur sucks!!!!
    daaaaai!

    (io in rimascenmte no, così risolvo)

    lascia stear, vieni a vivere con me!

  26. anche scarpe e stivali a me fanno l’effetto sostitutivo. Però le compro anche quando l’amore va a gonfie vele, quindi per gli acquisti credo di non avere scuse…. Ah, sì: i saldi! 🙂

  27. grrrrrrrrrrrr. sto per sbranare qualcuno.
    se ti dico ‘invito per una conferenza stampa’ e tu nell’invito mi metti
    tutte
    tutte
    tutte
    le informazioni che daremo in conferenza stampa, mi spieghi che razza di invito è????

    ucciderò lo studio di comunicazione. in blocco.

  28. ciao, passavo di qui e ti volevo lasciare tutta la mia solidarietà!
    Anche io sono alle prese con le cucine …..è così brutto rinunciare alle ns cosine!

  29. miles, ho cliccato su “delete” invece di “publish”, scusa! attendo con ansia il post a mio uso e consumo sulla relatività (che figata)
    erba: ma tu abiti LONTANISSIMO!
    anita: meno male, mi fai sentire meno mosca bianca. qui sembra che sono solo io al mondo a non sentire il desiderio impellente di mettere su casa insieme
    canto: no, non è che io compro perché l’amore va storto. è che se devo risparmiare per mettere su casa e non posso comprare la borsa dei miei sogni, allora preferisco la borsa alla casa con lui :))))
    monica: ma che, hanno fatto un invito di venti pagine?
    cate: vedrai che dopo la cucina sarà tutta in discesa, in bocca al lupo!

  30. ti ringrazio del post! anche io mi sento meno mosca bianca.
    ..adesso c’è solo da farlo capire alla ‘suocera’. hihi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...