Sei andata a ritirare le pesche e le albicocche ieri sera e la tizia al citofono ti ha detto che avresti dovuto farti le scale a piedi perch&eacute; l’ascensore era guasto.<br />
&quot;Ah, ma io salgo sempre a piedi&quot;, hai risposto, perch&eacute; non ricordi mai a che piano abita e l’ascensore di quel palazzo &egrave; mimetizzato nel buio dell’androne, con quella porta di legno che ha poi, uguale a tutte le altre porte, temi sempre di infilarti a casa di qualcuno pensando di salire al terzo piano.<br />
Ieri sera per&ograve; l’ascensore l’hai notato perch&eacute; sopra c’era un post it giallo con la scritta &quot;Guasto. Grazie&quot;. Chiss&agrave; grazie di che poi. Allora hai notato la targa sopra l’ascensore che diceva qualcosa tipo: &quot;Si prega di non trasportare cose&quot;.<br />
Cose. Chiss&agrave; cosa intendono per <em>cose</em>. La spesa &egrave; una cosa? La spazzatura &egrave; una cosa? Tecnicamente s&igrave;, ma ti riesce impossibile pensare che sia vietato trasportare la spesa o la spazzatura in ascensore fino al sesto piano. Una scopa, un asse da stiro sono cose, ma pesano pochissimo, &egrave; impensabile che qualcuno si lagni se vengono trasportate in ascensore. O c’&egrave; la portinaia tignosa che si scaglia contro l’inquilino irresponsabile che trasporta in ascensore la piantina grassa?<br />
Che poi a ben guardare anche la borsetta di una donna &egrave; una cosa. Le chiavi che uno si porta in tasca sono una cosa. <br />
Come sono curiose le dinamiche di condominio.

Annunci

24 commenti

Archiviato in Senza categoria

24 risposte a “

  1. Vero, la dicitura è generica.
    Ma quella stronza della mia portinaia, mi ricordo, quando feci il trasloco mi bloccò l’ascensore con i suoi “potenti” mezzi. Anche se stavo portando di sopra dei cassetti VUOTI. Per dispetto, per impedirmi di trasportare altre “cose”.
    In seguito, ci trasportai pure un frigorifero. Per dispetto.

  2. Vogliamo parlare di quell’idiota del mio vicino di casa che lascia fare pipì al suo malefico carlino in ascensore?
    la pipì è una cosa?

  3. maldi, che nervoso! ci sarebbe da andare a pisciargli nel salotto di casa
    lady: la frase mi ha colpito proprio perché anch’io quando ho fatto i lavori in casa i muratori trasportavano dei secchi con il materiale di risulta e sono stati costretti a portarli per le scale. ma un secchio col materiale pesa 25 kg, come un bambino. impediresti a un bambino di salire in ascensore? no. e allora perché il secchio?

  4. Perché sporca e graffia le pareti.

    Come un bambino maleducato…? 🙂

  5. dunque. mia madre è una delle sostenitrici che l’ascensoresiusainmodoconsono.
    (nel mio palazzo c’è la chiave per usare l’ascensore ed è tutto dire)
    la sua tesi è questa: se stai facendo lavori in casa, il muratore salirà e scenderà più e più volte, superando il limite della portata dell’ascensore (25kg sono pochi…), e poi la bolletta e il tecnico li paghiamotutti. (detto con voce acida)

  6. lise, a volte anche le persone son cose.

  7. un secchio graffia le pareti?
    menza: ma allora si dovrebbe prevedere un uso “a gettone” perché io l’ascensore lo uso due volte al giorno e solo per salire, ma la signora dell’ultimo piano che trasporta se stessa, il figlio, la coppia di gemelli, la governante, la spesa e presumo anche il marito allora dovrebbe pagare di spese di ascensore più di me!
    🙂

  8. codex: in effetti è un pensiero che è venuto anche a me, ma mi pareva troppo sovversivo da scrivere nel post 🙂

  9. lise infatti prima della chiave c’era la gettoniera, nel mio ascensore. che non andava a gettone ma con le 100 lire.
    e, per dire, l’ascensore è di uso esclusivo del 3° e 4° piano, che ai tempi solo tre famiglie lo volevano mettere e se lo pagarono per intero.
    non va più a monetine perchè tanto viene usato più o meno allo stesso modo dalle 3 famiglie in questione.

  10. non ti crucciare, dove non arriva la tua grazia giunge coatta codex 🙂

  11. la tizia che mi è stata messa di fianco, come una compagna di banco, cos’è?

  12. menza posso dire che mi fate un po’ paura? 🙂
    ahahah codex

  13. ahahah yuki, chiedi alla portinaia se può salire in ascensore

  14. al licieo la prof di taliano (che si sarebbe voluta insegnare il classico, ma era troppo lontano da casa e si adatto allo scentificho) metteva il cincue politico a chiuncue usava la parola “cosa” o il verbo “fare” in un tema. forse esaggerò, pero litaliano ce la imparato davvero, a scriverlo.

  15. oltra, è tre ore che rido, però poi ho pensato che se tu fossi un po’ più ggiovane qualche K qua e là non me l’avresti negata

  16. oddio, saprà usare l’ascensore?

  17. ginevs

    nel mio condominio sarebbe vietato usare l’ascensore come montacarichi, in realtà spesso trovo gli operai che lo stipano all’inverosimile di secchi di detriti e di attrezzi, me ne sto zitta ma francamente mi rode un po’ visto che essendo all’ultimo piano pago più spese di tutti e l’ascensore manco lo uso… però io sono genovese si vede che sono tirchia 🙂

  18. ginevs, quello dà fastidio anche a me, anche perché tutte le volte che mi serviva l’ascensore c’erano dentro i muratori uffa.
    però quello che mi ha colpito di più è stata la definizione di “cose” 🙂

  19. Le dinamiche di condominio sono quanto di più si avvicini ad un osservatorio privilegiato sulla grettezza umana…
    P.S.
    Io sono sempre filosofico! 😉
    Il mio è amaro sarcasmo, niente di diverso dal solito, non ti preoccupare 😉

  20. naah, guarda che ci sono molti post in stile…diciamo che ammicco… ;-p

  21. certo che lo puoi dire. cosa credi che io dica quando torno a casa? è la prima cosa. prima di ciao.
    dico: io ho paura.

  22. come mi dispiace non avere un ascensore a casa, quante cose mi perdo.
    un mio amico aveva l’ascensore in casa e più di tutti lo usava il gatto. i gatti son cose?

  23. Nel palazzo di una mia amica, che sta a pianterreno, viveva una signora con gatto al secondo piano.
    Il gatto, tornando dalle sue scorribande, arrivava davanti all’ascensore, diceva “miao”, l’amica chiamava l’ascensore e premeva il tasto 2. Il gatto entrava in ascensore e saliva da solo al secondo piano.

    ciao, lise 🙂

    (ma c’è l’aria condizionata, in ascensore?)

  24. che gatto meraviglioso. da noi non si potrebbe però, che si può schiacciare il pulsante solo con la porta chiusa e no, l’aria condizionata non c’è, né a casa (vabbe’, noi abbiamo un ascensore un po’ vecchio), né in ufficio, che è uno dei buoni motivi per cui fare le scale 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...