E cos&igrave; ieri sera sei uscita ancora. Questa settimana comincia in arrampicata proprio. Ma bisogna capirti: passi talmente tante ore in ufficio, senza mettere il naso fuori, che poi, quando riesci a uscirne (scavalcando i cancelli ormai), non &egrave; che ti va di rinchiuderti di nuovo.<br />
Perci&ograve; dopo Pilates sei uscita con la Wonder e un’altra ragazza e siete tornate nel solito locale in Corso Como dove proporresti di fare la tessera come al bar: ogni dieci Cuba uno in omaggio. Loro hanno riso, ma tu mica scherzavi.<br />
Certo &egrave; che se la situazione prosegue (e sembra voler proseguire) dovrai seriamente ripensare al guardaroba in versione serale, perch&eacute; la concorrenza minorile &egrave; agguerritissima (ma la mattina non vanno a scuola queste?), tant’&egrave; che hai gi&agrave; ordinato un nuovissimo anticellulite di nuova generazione dal tuo fornitore di fiducia, sperando che faccia miracoli, perch&eacute; &egrave; di quelli che hai bisogno.<br />
A met&agrave; serata vi ha raggiunti al tavolo un altro cliente della palestra, denominato Ben per la sua somiglianza col pi&ugrave; famoso Affleck, che con la Wonder fa fit-boxe e che che tu avevi gi&agrave; visto a spinning: lui non si ricordava di te, a riconferma che gli uomini non ti guardano e s&igrave; che una sera eravate anche usciti a cena. Comunque &egrave; stato gentile e simpatico e vi siete divertiti, alla faccia del fighettume imperante a pochi centimetri dalle vostre facce (letteralmente) e nonostante due strafigone stramenose che non facevano altro che rimirarsi nello specchio alle vostre spalle. Che fastidio.<br />
Comunque sei tornata a casa relativamente presto, zompettando sui tacchi alti e sentendoti nuovamente a tuo agio da lass&ugrave; e&nbsp;pensando che &egrave; bene riprendere queste buone abitudini.<br />
Poi, alle tre di notte ti sei svegliata e non riuscivi pi&ugrave; a dormire, con tutte le ansie che ti sono venute per il lavoro e nel nervoso che ci avevi ti sei domandata se la capa della tua capa la notte dorme.

Annunci

23 commenti

Archiviato in Senza categoria

23 risposte a “

  1. “la concorrenza minorile” è bellissima!secondo me il pensiero del lavoro che ti si insinua in testa nel cuore della notte è una delle più grandi tragedie dell’essere umano 🙂

  2. come si fa ad andare a cena con una e non ricordarsi di lei?

    risposta caustica, ma positiva alla domanda sulla capa della capa: la capa della capa dorme, se no non sarebbe la capa della capa. e anzi prima di addormentarsi, se la ride pensando a chi non dorme perché lei dorma.

  3. perché eravamo tipo in 15 a cena e non eravamo seduti vicini, però io di lui mi ricordavo e lui di me no

  4. sapessi quante donne non si ricordano di me dopo… :-/

  5. io non voglio sapere quanti uomini non si ricordano di me: del resto questo era solo un esempio, non necessariamente l’unico 🙂

  6. Amica lise, stupisci! Ieri ero in c.so Como 10! Ovviamente non avverrà mai più :-p

  7. ma ti è piaciuta la mostra? perché spesso ce ne sono di interessanti, quindi magari ci torni

  8. Mah, diciamo pochi picchi e molte valli…
    L’installazione in compenso era prodigiosamente ridicola! 😀

  9. ecco, queste sono buone abitudini:)
    (svegliarsi la notte no, ma uscire e star bene sì:*)

  10. alja ho un mal di testa… però penso alle risate di ieri e mi passa 🙂
    :*

  11. Lise, io ricordo perfettamente i discorsi, ma faccio una fatica incredibile con i particolari visivi (facce, luoghi etc), magari è così anche per il tipo.

  12. ma non c’è mica bisogno di giustificarlo se non mi ha notata: se io fossi stata una tipa notevole mi avrebbe notata, ma così non è.

  13. odio quelle fihette che pensano che tra i problemi del mondo ci sia il gloss che sbava e il fatto che sta per tornare la vita alta.
    Troppo stupide per vivere.

  14. le fihette sono ovviamente le fighette troppo stupide perchè io scriva di loro.

  15. io in realtà non so se avessero problemi quelle due lì: erano troppo impegnate a rimirarsi nello specchio anche per pensare alla vita alta 🙂

  16. Secondo me le cape delle cape non sono programmate per dormire…

  17. quando avevo 16-18 anni ero vergine, mettevo sempre la canottiera, traducevo molto bene il greco. le 16-18enni di oggi mi fanno perciò assai paura (anche perchè non traduceranno mai bene il greco, e questo è un gran peccato).
    però yu, i gloss sono *fondamentali*.

  18. non so plet. non ho studiato greco e nemmeno latino. non ho studiato un sacco di cose ma le adolescenti di adesso mi fanno paura uguale

  19. Certo, e infatti i miei gloss non sbavano (forse perchè sono capace di applicarli senza far esplodere il tubetto)

  20. Non dimenticarti di aggiornarci sugli effetti del nuovissimo anticellulite: se è davvero miracoloso, passa!

  21. per ora l’ho messo due volte senza evidenti risultati, ma spero che entro la fine del mese qualche effetto si veda!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...