Questo post &egrave; dedicato a plettrude<br />
Si parla dell’autunno-inverno del 1998, quando la sera uscivi con Drew e un’altra ragazza che poi &egrave; scomparsa nel vortice dei fidanzamenti e vi chiamavate le Charlie’s Angels e tu delle tre eri Sabrina. Si parla di una Lise single/sportiva che rimediava corteggiatori a ogni uscita e che se li faceva (quasi) tutti. Si parla di una vita fa.<br />
<br />
Quella sera non dovevi neanche essere a Milano: eri a Trieste e da l&igrave; dovevi andare a Rimini per una cena, saltata poi all’ultimo minuto. La tua coinquilina aveva un ospite particolare e tu a maggior ragione non avresti dovuto essere a Milano, ma lei ti disse che non c’erano problemi, anche se non era vero. Se ti avesse chiesto la casa libera saresti andata a dormire dai tuoi genitori volentieri, ma lei ti disse di no. E quando tornasti a casa da Trieste stanca morta e la trovasti a casa col tipo non trovasti di meglio che accettare l’invito a uscire di L., un tipo caruccio ma noiosetto col quale eri uscita una volta sola. Che pass&ograve; a prenderti con un milione di amici suoi (in parte anche tuoi) e ti disse pi&ugrave; o meno che se non ti dispiaceva avrebbe preferito non far capire in giro che tra voi era successo qualcosa perch&eacute; quella sera tra le tante persone c’era anche la sua ex che lui non voleva far soffrire. Be’, ma importava qualcosa a te?<br />
Andaste in un locale che forse oggi non esiste pi&ugrave;, in zona S. Babila, che si chiamava Molto. Ballavi, chiacchieravi con tutti, ignoravi L. che se n’era andato addirittura in un’altra sala del locale. Andasti a prenderti un cuba libre. Non avevi cenato. L&igrave; al bancone c’erano due ragazzi che attaccarono bottone con te con una frase tipo: &quot;Sei anche tu del gruppo?&quot; Che gruppo? <br />
Era l’epoca in cui ti bastavano tre sorsi di cuba per ubriacarti, figurarsi a stomaco vuoto. Uno dei due ragazzi al bancone continuava a cercare di baciarti, nonostante tu gli dicessi (ridendo) che eri l&igrave; accompagnata. Alla fine gli lasciasti il numero di telefono e un bacio, prima che L. venisse a recuperarti al bancone, chiedendosi forse se non stavate facendo <em>un po’ troppo</em> finta di niente per non ferire la sua ex.<br />
Quella notte andasti a dormire a casa di L. per lasciare la casa alla tua coinquilina. E il giorno dopo, mentre lui ti riportava a casa ti telefon&ograve; N. (il tizio del bancone). Equilibrista come non sai pi&ugrave; essere, gli concedesti un appuntamento nel pomeriggio.<br />
Un pomeriggio di dicembre pieno di risate, di allegria, di baci. N. ti faceva ridere come nessun altro uomo ha fatto mai.<br />
Con N. ti sei vista saltuariamente per un paio di anni (con L. dopo quella sera mai pi&ugrave;). Un salvagente di coccole e risate, di sparizioni (sue) e riapparizioni (sempre sue). Un’altalena di mancanze e compensazioni. Una non relazione quasi alla pari, finita a maggio 2000 con una grossa lite. E una riapparizione da parte sua a settembre dello stesso anno per comunicarti che si era appena sposato. Congratulazioni.&nbsp; E chiedendoti se&nbsp; ti andava&nbsp; di uscire. No, che non ti andava, non con lui.<br />
Chiss&agrave; se &egrave; ancora sposato adesso.

Annunci

28 commenti

Archiviato in Senza categoria

28 risposte a “

  1. avventurosa lise!
    (mi è piaciuto un sacco questo post)

  2. Che sia ancora sposato, intendo.

  3. eh, spap, il molto. esiste ancora secondo te?
    alja, da single ne ho combinate di tutti i colori! 🙂
    mic: lo chiamo e ce lo domando? (sì, ho ancora il suo numero)

  4. Secondo me è bello avere avuto un passato così! 🙂 Cioè, è giusto provare. Io ero troppo.. restìa, e me ne pento.

  5. lady, il libercolo lì che abbiamo dice “fate degli errori e godeteveli”. ecco 🙂

  6. Comunque sto cercando di recuperare! 😉

  7. come dice tim robbins (e roberto tossani lo ripete volentieri): “non è mai tardi per farsi un’infanzia felice” 🙂
    perciò fai benissimo!

  8. ‘Sti uomini che “Nel frattempo mi sono sposato, per te fa lo stesso?”

  9. 😉
    questo è stato il primo (che io sappia). mi ricordo poi che una sera l’ho incontrato davanti a un locale fighetto che adesso non esiste più (per davvero questo): io che strillavo come una pescivendola in mezzo alla strada e lui che cercava di tirarmi in macchina. che cinema

  10. mi sento vecchia, dopo questo post! (ma voglio dare retta a tim robbins/roberto tossani e consolarmi)

  11. Io mi ubriaco ancora con tre sorsi di cuba…sono un caso pietoso!

  12. e poi fai i danni che facevo io? 🙂
    francy: ma è successo 9 anni fa, ora anch’io sono vecchia!

  13. edi

    questo post è geniale. Mi ricorda altri tempi, limoni oscuri e confusi di gioventù.

  14. Ah…rovinafamiglie! ;-p
    P.S.
    Lui però non lavoravi 😉

  15. onoratissima per la dedica, eccomi qui.
    limoni allegri di gioventù: ce l’ho, anche se tanto giovane, insomma…
    equilibrismi tra serata e pomeriggio sucessivo, con due persone diverse: ce l’ho.
    tizi che non vogliono che si sappia che successo qualcosa perchè poi la ex ci resta male: ce l’ho.
    tizi da cui sono andata a dormire per sport/lasciare in pace coinquilina: ce l’ho.
    un salvagente di coccole e risate, di sparizioni (sue) e riapparizioni (sempre sue): ce l’ho. (*sospiro*)
    una non relazione: ce l’ho (idem)

    ecco, di tutto questo, la parte confortante è che prima o poi si diventa la lise saggia dell’inverno 2007. forse però che ci vogliano 9 anni?!?

  16. oh lise, ma quanti ricordi hai fatto riaffiorare???

  17. ciao…come stai?…in vena nostalgica? 🙂
    Lent

  18. sti uomini che, dopo, ma molto dopo: è un problema se sono sposato?
    No, no, figurati…
    (appuntamento sabato sera per la domenica pomeriggio, con telefono che suona mentre ero in macchina con uno dei due: orgogliosamente ce-l’ho.
    Notte fuoti per la coinquilina: e chi l’ha mai vista, la coinquilina?)

  19. nel mio passato non sono mai stata una single/sportiva semmai una zitella/sedentaria

  20. Io la storia la conoscevo, perciò ho apprezzato ancora di più il post. Bello!

  21. plettrude tu sei me da giovane! (magari te la cavi anche con meno, io ero già così più o meno 4 anni fa, coraggio!)
    yukiko, dea: non abbiamo inventato niente eh 🙂

  22. edi

    questo post è da cornice, perché secondo me tutte abbiamo una fasedellavita acrobatica da raccontare, ma forse più di una.

    è bello essere femmina

    ecco, ora posso struggermi con la sindrome premestruale.

  23. edi, io di fasi acrobatiche ne ho avute due e a posteriori ne vado fiera! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...