Forse era anche per quello che eri andata in crisi. Ma alla fine hai deciso che sei contenta di essere una fashion victim. Che ti piace leggere giornali patinati e frivoli con delle belle foto. Che ti piace chiacchierare con metroicon e capire di cosa sta parlando quando dice Dean e Dan.<br />Che questo non fa necessariamente di te un’oca. E che sognare abiti e accessori che non puoi permetterti non ti porta diritta sulla strada della frustrazione, ma semplicemente a cogliere le tendenze nel momento in cui si stanno sviluppando. Tutto questo ti piace.<br />E va bene cos&igrave;.<br />Oggi indossi una magliettina rosa Intimissimi (quella bianca che avevi scelto si &egrave; macchiata di fondotinta e hai dovuto sostituirla), jeans impunturati Pit Stop, giacchina a maniche corte Zara e chanel di Luciano Padovan. Al polso, l’inseparabile Sabrina. Dopo tanto tempo finalmente ti piaci.<br />La nuova Lise riparte anche dall’armadio.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

0 risposte a “

  1. A mio parere modestissimo fai benissimo a regalarti quell’isola felice di pagine patinate, di foto e magari di mezzi sogni. L’essere oca magari è ben altro, forse un modo di essere oca è proprio imporsi certi atteggiamenti da poseur…su tutto screditare le riviste patinate, gli argomenti “frivoli”. Fai bene a leggerle, significa che hai spirito di osservazione. Viva la gente attenta, con gli occhi spalancati a vedere quello che succede, quello che verrà.
    -acido di venerdi

  2. Madonna Lise, stavo pensando la stessa cosa ieri!! Mi piace tanto TUTTO (si fa per dire), mi piace guardare le cose belle, scoprire come si può essere – appunto – più belle, in questo periodo m’innamoro di tutto, e quando clicco nel sito di Glamour non riesco più ad uscirne! Anche in ciò che ho appena scritto da me c’è qualcosa che lo conferma.

    Che tu non sia un’oca era scontato, e non solo per me, ne sono certa. 😉

  3. che lettori meravigliosi che ho!
    acido detto da te, che sei tanto snob e amante del bello è un gran complimento;
    lady: hai centrato il punto! come potevo essere sempre così di cattivo umore con tutte le cose che mi circondano che mi piacciono? perché mi costringevo dentro un’immagine che non mi appartiene, ma oggi no e ne sono proprio contenta, evviva 🙂

  4. insomma, è la versione fashion della sindrome di stoccolma, più o meno ;-))

  5. Secondo me è un’oca chi dà dell’oca a una persona solo perchè adora la moda (non so se mi sono fatta capire!).
    Non posso che essere d’accordo con te al 100%!
    Però a volte mi capita una cosa strana: quando vedo nelle vetrine tante cose bellissime, soprattutto borse e scarpe, e costosissime, che so che non potrò mai avere, mi viene una specie di nervoso, di “cattiveria”. Forse è invidia per chi è dentro al negozio a comprare e io mi devo accontentare di sbavare da fuori…

  6. eh, in effetti davanti ai negozi un po’ anch’io (una volta ho visto una signora ciccionissima, una vera obesa, che provava un paio di sandali gucci, non ti immagini come le stavano e io mi sono molto arrabbiata, ma poi naturalmente passa), molto meno però con le riviste! 🙂

  7. Quindi da oggi post-elenco con quello che indossi?

  8. secondo me non è questione di ocaggine, ma di nerditunine. alla fine siamo tutti un po’ nerd, chi si fissa con i dischi chi con le scarpe chi con i dvd e chi con star trek. certo poi alcune fissazioni vengono accompagnate dala patente da sfigati e certe altre da quella di coolness, ma li è tutto un altro discorso, anche un po’ delicato, eheheh.eviva i raduni di trekkisti e quelli della moda, se rendon felici questo mondo di nerdsss

  9. (naturalmente io in realtà odio tutto e tutti, ma sono in missione per conto di dio)

  10. il buon Coma ha ragione, ognuno ha la sua.
    Tu cerchi la Borsa Tartaruga (era qualcosa del genere, no?); io un dvd di Visconti che a quanto pare non esiste, chi la felicità… ognuno ha la sua mania e se serve a staccare la presa per qualche minuto…bahh, ben venga.
    acido super nerd

  11. jd: tutti i giorni direi che non è il caso, nessuno vuole morire di noia, né io né voi 🙂
    coma e acido: sìììììì, sono una nerd delle borsette! duna-raduno per tutti!

  12. Ma poi che vuol dire “nerd”? Mica è un sinonimo di “addicted”, vero? (che è molto più cool, hehehehuhuhuahaha!)

  13. Quando si parla di nerd, moda e borsette, beh, direi che mi ci metto anch’io nel novero. Stavo proprio riflettendo su questo l’altro giorno: io, appena posso, compro un oggetto a scelta tra un gloss, un gioiello etnico (zona Medio Oriente, la mia preferita) o un libro, l’ingegnere invece un attrezzo agricolo (l’ultimo acquisto è stato un motocoltivatore). E’ proprio vero che a ciascuno il suo 🙂

  14. ahahah, questa degli attrezzi agricoli è proprio originale e si presta alla famosa battuta del decespugliatore 🙂

  15. Eh eh eh…Ma al di là della battuta, guarda che è una cosa vera, eh? L’ingegnere nel tempo libero coltiva davvero la terra, ed ultimamente – dopo il trattore, il rimorchio, il banco per tagliare la legna e il motocoltivatore – è in fissa con l’aratro.

  16. lise, mica l’amare le cose belle (che siano vestiti, scarpe, quadri o libri) non fa di te un’oca, anzi.

  17. super: almeno nessuno gli potrà dire “braccia rubate all’agricoltura” 🙂
    alja: hai proprio ragione, d’ora in poi mi ammanterò di questa frase: “io amo le cose belle” 🙂

  18. coma non parla per conto di dio,ma solo perchè lui ha una passione per le scarpe cicciose!ah!dovevo dirlo!

  19. ti adoro quando dici ‘ste cose! :*

  20. Kant sosteneva che il giudizio sul bello nasce dall’armonia fra sensi e l’intelletto.

  21. ti ho linkata spero non ti dispiaccia. se è così fammelo sapere e provvederò subito. a presto.

  22. ah io una volta ho visto la lise che una l’aveva linkata e lei è saltata giù dal divano, ha preso la macchina è andata da questa persona e le ha strappato gli occhi!paura! tensione! non vi fidate!

  23. COOMAA..come la solito non capisci mai bene cosa ti dico..ti ho detto che dopo averlo saputo “si è alzata dal divano mentre leggeva una sua rivista patinata, si è messa i tacchi, è corsa in strada con la sua Sabrina piena zeppa di accessori all’ultimo grido e al semaforo di Porta Venezia mi ha presa di mira come fossi un saccone della sua palestra!…’STI UOMINI..NON TI ASCOLTANO MAI QUANDO PARLI!
    tzè…

  24. E’ bello piacersi in qualsiasi modo si possa essere. Non è vero che le fashion victim sono oche, e lo sappiamo bene. Ognuno ha le sue passioni e se fanno stare meglio che ben vengano no?

  25. finalmente!
    nel finesettimana tutto ok?

  26. ehi, grazie a tutti e tutte!
    no che non mi dispiace essere linkata, ci mancherebbe.
    erba: tutto bene sì, a parte qualche trascurabile intoppo. poi vi racconto

  27. Cos’è l’inseparabile Sabrina? Non so mai niente…

  28. perché mi leggi una volta al mese! 🙂
    l’inseparabile sabrina è lei:
    http://www.laborsaelavita.splinder.com/post/8096250

  29. Ma che balla, ti leggo tutti i giorni, quasi. E’ che non ero in ufficio, e a casa sono senza internette.
    Se avessi la digitale ti sommergerei di foto di borse pure io. E avevo pensato “Sabrina” fosse un braccialetto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...