Da dentro le cuffie dell’I-pod hai sentito solo biascicare le parole &quot;per un caff&egrave;&quot;. Non faceva nulla per farsi notare, ma non sei riuscita ad ignorarlo, cos&igrave; hai frugato dentro il portafoglio, contemporaneamente alla ragazza seduta accanto a te e gli hai allungato una monetina. Le vostre dita si sono sfiorate, le sue erano lisce e calde. Poi il vecchio ha continuato a strascicare i suoi piedi lungo il corridoio del tram e a chiedere monetine &quot;per un caff&egrave;&quot;. La ragazza accanto a te &egrave; tornata a fissare il display del telefonino, tu ti sei messa ad osservare l’uomo. Indossava un bel montone, un po’ sporco, ma ben tenuto e un paio di pantaloni di velluto a coste, sformati, forse troppo grandi per lui. La barba bianca ben curata faceva da contrasto ad un viso pieno di piccoli tagli.<br />Chiss&agrave; come si diventa cos&igrave;.<br />Da un’altra parte del tram, un ragazzo coi capelli lunghi e i piedi sul sedile accanto berciava della sua vita da drop-out con tono strafottente, raccontava che nessuno voleva dargli lavoro.<br />I tuoi occhi continuavano a seguire i passi strascicati dell’anziano signore.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in the city

0 risposte a “

  1. me lo chiedo anche io- come si diventa così e forse non c’è una risposta unica.
    (mi piacciono tanto questi piccoli scorci di vita- questi ritratti:)

  2. secondo me questi piccli scorci di vita questi ritratti, ai ritratti stessi, mica piacciono tanto.

    comunque c’era quel programma invisibili che dava un pò di risposte. trovavo davvero odioso il modo in cui berry o come si chiama faceva l’amicone.

  3. immagino di no, ma immagino che sia la loro ultima preoccupazione.
    io la tv non la guardo quasi mai

  4. vassilissa1500

    Siccome sono perfettamente gnugnu (non credo sia necessario tradurre dalla mia lingua nativa), solo ora mi accorgo, Lise, che mi hai da tempo immemorabile abilitato a commentare i tuoi post. Meglio tardi che mai. E abbi fiducia: di questo passo, potrei persino, in ascesa inarrestabile, scoprire il fuoco e la ruota… Ah, le mie magnifiche sorti e progressive! Un abbraccio, Neanderthal Vassilissa.

  5. vassilissa, tutti possono commentare su questo blog, purché registrati su splinder. forse quando provavi non eri loggata (o splinder faceva i capricci, capita). abbracci anche a te 🙂

  6. Amica lise, dici che dovrei cambiare mestiere e diventare l’anima grigia di un politico in vista? ;-D

  7. io ne ho sentite parecchie di storie incredibili di gente che, all’improvviso, “usciva dal cerchio” (questa è per lise). mio padre, infatti, aveva fondato un centro di seconda accoglienza, che forniva un letto, una cena e ascolto a gente che viveva per strada. alcuni si reintegrano: proprio settimana scorsa ne abbiamo reincontrato uno, ora professionista distintissimo.

  8. OT: sono invidiosissima del nuovo disclaimer (quello fucsia)

  9. troppo caffé fa male.
    ricordo di mio padre, quando qualcuno lo fermava chiedendogli cento lire per un caffé o per mangiare, lo portava in un bar e gli pagava il caffé, o un panino.

  10. (Lise, a proposito del logo: mannaggia, ho scordato l’articolo “un'”!!! secondo te lo rifaccio o si capisce lo stesso?)

  11. che padri stupendi che avete (avuto?), accidenti!
    del bannerino vado molto fiera anch’io, la lady è una gra(N)fica mica da ridere! lady, boh, per capirsi si capisce, se hai voglia aggiungi l’articolo, altrimenti per me va bene anche così

  12. l’ho rifatto, non ho resistito. Mail (tra poco)

  13. ca

    copiona!!!!
    http://suldivano.splinder.com/1076581391#1400749

    ehehehe ora che ho scoperto la funzione “cerca sul blog” vi romperò assai le balle con i miei vecchi scritti.

    p.s. forse anche io e mari, le R-Evoluzionarie, si verrà a vedere la fiera di cui mi avete parlato…

  14. buona osservatrice. dopo l’ipod, fatti una polaroid…oramai le vendono a pochissimo e fa foto egregie…

  15. fanno questo effetto sempre anche a me…

  16. Per pancondicio, tre cose mi piacciono un sacco:

    – il bannerino, a sinistra
    – questo post, al centro
    – il disclaimer, a destra

    :*

  17. e che me ne faccio della polaroid?

  18. Dita lisce… Manicure, crema idratante… Di’ un po’, mica ti avrà fregata, il nonnino? 🙂

  19. dita lisce ma unghie sporche! e se mi ha fregata, diciamo che la monetina era ben spesa per la sua ottima performance recitativa 🙂

  20. e che te ne fai dell’ipod?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...