<p><strong>Ancora sulle riviste femminili</strong><br />Sabato sfogliavi una rivistina gratuita di profumeria, alla caccia di una crema antirughe dei miracoli da regalare a tua madre e sei inciampata in un articolo sulla nuova campagna pubblicitaria di un profumo e l’incipit recitava: &quot;Amor che a nullo amato amar perdona, versi sublimi del Petrarca…&quot; Del Petrarca?<br />Luned&igrave; sfogliavi un vecchio numero di Vanity Fair portato dalla tua collega e sei inciampata in un articolo di un famoso (chi?) hair stylist che diceva: &quot;Se puoi spendere 2.000 euro per una giacca che metti di tanto in tanto, perch&eacute; devi risparmiare sullo shampoo?&quot; Duemila euro? Ma se l’altro ieri ti &egrave; arrivata la bolletta del gas e hai pensato che questo mese niente stivali nuovi!<br />Stamattina ti sei svegliata con la seguente pubblicit&agrave;: &quot;Puoi perdere un anno con l’uomo sbagliato*, puoi perdere ore in palestra senza perdere un chilo, per&ograve; non puoi perdere l’ultimo numero di <a href=”http://grazia.blog.it&#8221; target=”_blank”>Grazia</a>&quot;. Hai pensato che queste qui ti conoscono, sanno chi sei. Hai deciso di dar loro una possibilit&agrave;. Ma poi sono finite.</p>
<p><font size=”1″>* anche cinque, se &egrave; per questo</font></p>

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

0 risposte a “

  1. Mamma mia, agghiacciante l’ignoranza: è notorio che “Amor che a nullo amato amar perdona” è lo slogan storico di un olio toscano – un po’ criptico, ho sempre pensato: cosa c’entrerà con l’olio?

  2. ma non era un verso di una canzone di jovanotti?

  3. Cioé? Non ti è piaciuto il giornale? (hai visto chi c’è?)

  4. non l’ho ancora sfogliato lady! volevo solo dire che se mi delude questo, non do più possibilità a nessuno! 🙂
    (chi c’è l’ho visto dal blog, che aveva segnalato jd)

  5. mh, ma ‘sto blog di grazia non è un po’ una sola?

  6. in che senso? boh, comunque il giornale costa 50 centesimi, meno di un caffè e io di caffè ultimamente ne bevo pochissimi (quindi un risparmio!), perciò si poteva provare

  7. io queste grande differenze con la versione precedente non le ho viste. però ho trovato un po’ irritante questo continuo riferirsi a tipe ultraquarantenni con il termine “ragazza”. quasi dire “donna” fosse un tabou accettabile. sono fuori target e per qualche annetto lo sarai anche tu, lise, secondo me

  8. infatti devo dire che non mi è piaciuto granché. meglio Elle e MarieClaire in effetti

  9. Leggevo il post “la schiavitù della donna occidentale” e mi è sorta una domanda: come fa una ragazza che porta una taglia 38 ad essere grassa? (sei alta un metro per caso?)

  10. non ti innervosiscono mortalmente, queste riviste? a me sì (a parte qualche eccezione)

  11. alja, l’unica che non mi innervosisce (a parte D, naturalmente, che è un gradino sopra tutte) è Elle. le altre in un modo o nell’altro trattano le donne come se fossero tutte sotto il casco del parrucchiere 😦
    ale: anche meno se è per questo, ma se tu avessi letto bene il post, avresti anche visto che io ho scritto che non sono clinicamente grassa, sono esteticamente grassa, perché l’estetica imperante impone donne più magre di me (ma forse non hai letto con attenzione)

  12. infatti pensavo a d (e anche a io donna) quando dicevo che mi innervosiscono *quasi* tutte:)

  13. A me non dispiace Amica, trovo che ci siano dei pezzi interessanti. E poi, con le dimensioni che ha, mentre lo si legge, si tonificano i muscoli delle braccia! 🙂

  14. amica è divertente, ma non ci ho mai trovato approfondimenti di cultura o attualità come in elle.
    chiedo scusa a tutti, non riesco a entrare nel blog di nessuno stamattina, per quello che non vengo a leggere e commentare

  15. Va bene, verremo noi da te!
    Io in questi giorni ho poco tempo per leggere (di solito lo faccio in ufficio, ahhaha), però ho appena comprato Elle, Vogue, e ho sul tavolo Flair e Io Donna di sabato (e domani è di nuovo sabato). Insomma, potrei metterli in fila uno sopra l’altro sul mio pianerottolo ed estendere la mia proprietà! 🙂

  16. occhio che se li impili uno sopra l’altro il pianerottolo rischia di crollare!

  17. poteva andare peggio….potevano scrivere : amor che a nullo amato amar perdona porco cane…lo scriverò sui muri delle metropolitane..versi sublimi di jovanotti…;-)

  18. lise, se posso permettermi, ti consiglio una crema di Dior nuova nuova, si chiama re-fill qualche cosa o fill qualche cosa e naturalmente costa un botto, ma mia madre dopo aver provato un campioncino mi ha chiamato in ufficio gridando al miracolo.

  19. oddio quoom, avevo letto il commento dai preferiti e temevo che la consigliassi a me questa crema… mi sono sentita decrepita! andrò nella mia nuova profumeria di fiducia a chiedere lumi, grazie del consiglio

  20. Non so se è internettianamente corretto, ma mi sembra che tra voi ci siano le tipe giuste a cui dirlo:
    ho aperto un blog di psico-solidarietà femminile per mamme single (ovvero separate, divorziate, “scoppiate” varie) con prole. Avete voglia di farci un giro o (magari….) di linkarmi al vostro?
    Posso solo dire, come referenza, che seguo Sex and The City da quando SJP non portava ancora le Manholo!
    Lu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...